Il calciomercato del Vado 2023/24

0
125

Il primo nuovo tassello della rosa del Vado Football Club, impegnato nella stagione sportiva 2023/2024 in Serie D è stato Paolo Valagussa. Centrocampista col vizio del gol, trent’anni (classe ’93), nelle ultime due annate ha vestito la maglia della Sanremese. Con la squadra ponentina ha collezionato 65 presenze e messo a segno 12 reti. In passato ha calcato anche i campi della Serie C, militando nel Gubbio, nel Monza, nella Virtus Entella e dell’Arzignano, totalizzando oltre 150 presenze tra i professionisti. Il club rossoblù, dopo la partenza di mister Didu, del playmaker Beppe D’Iglio e del bomber Luca Di Renzo (autore di 21 reti nel campionato appena trascorso) è andato alla ricerca tra gli altri anche di un centravanti. In mezzo al campo intanto è arrivato Luigi Dodaro, mediano calabrese (classe ’98) in forza al Locri, squadra nelle ultime due stagioni allenata dal nuovo tecnico vadese REnato Mancini.Si prospetta così una squadra ambiziosa nel tentativo di eguagliare o addirittura provare a migliorare il risultato sportivo ottenuto lo scorso anno. Sarà un Vado di lotta e di governo: la squadra di mister Mancini sta affilando gli artigli in vista del campionato che verrà. Fino al 20 luglio, come confermato dal direttore Gianluca Olivieri, i rossoblù manterranno viva una piccola fiammella di speranza inerente ad un possibile ripescaggio in Serie C, un fattore che tuttavia non sta influenzando influenzando le scelte di mercato del sodalizio del presidente Tarabotto.
Dopo aver reso note le conferme di Capra e Lo Bosco, il Vado ha inoltre presentato Luca Donaggio e Marco Capone, tra i primi acquisti del nuovo corso rossoblù. “Gli aspetti principali a fare la differenza saranno la testa e l’ambiente” – ha spiegato il direttore sportivo Luca Tarabotto.
“Donaggio e Capone hanno entrambi alle spalle dei campionati fatti bene. Siamo orgogliosi di averli portati a Vado. Siamo certi del fatto che entrambi potranno dirsi soddisfatti per la scelta fatta. Qui a Vado credo ci sia una pressione giusta. Sarà un anno in cui potremo fare bene e ottenere dei risultati. Dovremo saperci divertire cercando di ottenere il massimo possibile. Quella che sta per iniziare a mio parere sarà una delle annate più difficili. Tante persone dopo averci visto vincere i playoff potrebbero aspettarsi il primato o la vittoria del campionato. Quest’anno abbiamo cambiato tanto, sarà una stagione nuova. Ovviamente noi cercheremo di fare il possibile per disputare un campionato ambizioso, si vede con i giocatori che stiamo cercando di portare qui a Vado. Nulla va dato per scontato, c’è da lavorare e conoscersi bene. La società è ambiziosa e vuole continuare ad occupare le posizioni alte della classifica.Una squadra ambiziosa nel tentativo di eguagliare o addirittura provare a migliorare il risultato sportivo ottenuto lo scorso anno. Sarà un Vado di lotta e di governo: la squadra di mister Mancini sta affilando gli artigli in vista del campionato che verrà”. La sessione di calciomercato del Vado ha subito poi un’improvvisa accelerata. Dopo aver annunciato gli ingaggi di Cannistrà e Dodaro, il sodalizio rossoblù ha infatti ufficializzato altri tre nuovi innesti ed una conferma di spessore. Alla ripresa degli allenamenti della squadra, sarà presente allo stadio Chittolina anche Christian Cenci, centrocampista classe ‘98 che proseguirà la sua esperienza con il club del presidente Tarabotto. I volti nuovi corrispondono invece ai nomi di Simone Ferrieri, Pietro Pera e Vladimir Mikhaylovskiy. Quest’ultimo non ha bisogno di presentazioni: difensore centrale d’esperienza (il 22 giugno ha compiuto 34 anni), il russo nelle ultime stagioni ha mostrato le sue qualità indossando la maglia della Sanremese. Infine Ferrieri e Pera, rispettivamente terzino destro e centrocampista, sono entrambi classe 2004 provenienti dal Frosinone.Insomma si sono susseguite tante giornate frenetiche in casa Vado. Non soltanto è stato  l’inizio della preparazione atletica in vista della prossima stagione a tenere banco ma sono continuate le novità di mercato. A tal proposito, dopo aver annunciato svariati nuovi innesti e qualche conferma, la società del presidente Tarabotto ha reso nota la conclusione di altre due operazioni. Mister Mancini per schierare la sua linea di difesa a tre potrà contare su Lorenzo Codutti, giovane classe 2003 scuola Udinese già protagonista la scorsa stagione con la maglia rossoblù. Il volto nuovo per la retroguardia corrisponde invece al nome di Lorenzo Peretti: scuola Inter, ha disputato l’ultima annata in prestito con la Primavera della Sampdoria. Classe 2004, è impiegabile sia come terzino destro che come difensore centrale.Giorno dopo giorno va dunque delineandosi la rosa del Vado: Lo Bosco e compagni scaldano i motori in vista della nuova stagione.Dal vivaio rimangono in lista Casazza, Carastro e Calcagno.