Sogni di gloria svaniti o quantomeno rinviati

0
148

La storia si ripete. Ogni qualvolta il Vado sta per compiere un’impresa in campionato, la realtà lo riporta fatalmente con i piedi per terra. Anche in questo caso dopo un primo tempo giocato ad armi pari (l’1 a 1 lo testimonia appieno) nella seconda frazione sono emersi i limiti di una squadra a cui mancano le qualità per scrivere pagine veramente importanti. La capolista Alcione è apparsa superiore nei singoli e nel collettivo. Magari troppo concentrata alla ricerca della giocata perfetta a scapito della concretezza ma pur sempre una compagine completa che credo possa arrivare in fondo nonostante le sole 4 lunghezze che la separano dal sorprendete Chisola. Il punto incamerato vale il settimo posto (quota 30) e mantiene intatte le speranze per un piazzamento play off che comunque alla luce di quanto visto in campo non sarà facile raggiungere. La difesa orfana del perno Mikhaylovskiy ha più volte vacillato e con le 4 reti subite nelle ultime tre partite non è più la migliore del torneo in assoluto. Capra, un vero top player della categoria, pare non riuscire ad esprimere la verve ed il guizzo a cui ci aveva abituato. Non basta quindi solo l’inarrestabile spirito battagliero di capitan Lo Bosco (migliore tra i suoi sino all’uscita dal rettangolo verde), unico giocatore in grado di fare veramente la differenza. La sosta (si riprenderà il 7 gennaio) servirà a ricaricare le batterie e soprattutto le idee. Questo vale anche per la società che sembra aver perso l’appeal di partenza, ma soprattutto da l’impressione di non avere un piano strategico ben definito. Sulle onde di questa “navigazione a vista” si conclude un 2023 soddisfacente e si apre un 2024 con qualche incognita da risolvere. Cosa fare da grandi è l’imperativo. Nel frattempo i 2006 della Juniores scalpitano ed i 2007 dominano incontrastati. Segnali forti che provengono da un vivaio fiorente pronto a dare il suo contributo alla causa. Con questa chiosa saluto i tanti appassionati che seguono questa rubrica sempre più numerosi, augurandogli Buone Feste da parte mia e di tutta la redazione dell’Eco dello Sport di Savona.

Vado: 22 Codutti, 2 Codutti, 4 Cannistrà, 6 Cenci, 7 Capra, 8 Dodaro, 9 Lo Bosco, 17 Opoku, 21 Casazza, 25 Peretti, 26 Valagussa. A disposizione: 1 Romano, 12 Grenna, 11 Merkaj, 19 Mele, 20 Fatnassi, 23 Ferrieri, 27 Calcagno, 28 Spanu, 30 Pera. Allenatore: Ayachi Mourad  (Marcello Cottafava squalificato)

Vado Ligure. Ultimo turno del girone di andata. Il Vado affronta la capolista per cercare di agganciare la zona playoff e, perché no, tentare l’assalto alla prima posizione occupata proprio dalla squadra meneghina nel girone di ritorno che si aprirà il 7 gennaio.