La Cantera TDL U19 è salita sul “tetto del Mondo”

0
655

Definirla un’impresa sportiva non gli renderebbe merito. Solo sconfinando tra un mare (quello della Costa Maresme) di emozioni, e un continuum spazio temporale di incessanti colpi al cuore e di destini che si compiono, si può intercettare la portata del successo che i meravigliosi ragazzi con la “camiceta blanco-roha” hanno conseguito in terra di Catalunya. Se il 2022 per questa categoria (Juniores) era stato quello della agognata prima volta, il 2023 si è rivelato quello della “consacrazione” che come sanno quelli che di calcio se ne intendono è sempre più difficile. Ripetersi è stato bellissimo ed alzare al cielo l’edizione n.15 dello Spain Trophy un sogno cullato ma che si è dimostrato difficile da raggiungere vista la competitività del lotto delle partecipanti. L’evento organizzato in collaborazione da: Club Deportivo Malgrat, FC Pineda, AT S. Pol, CF S. Vicenti (affiliati alla Federazione Calcio Catalana) i Municipi locali, il Colegio de Arbitros de Matarò, e promosso dalla Sporturismo partner di Komm Mit in Italia è considerato di primissimo livello. Santa Susanna è sicuramente il luogo ideale per chi cerca una vacanza giovane, all’insegna del divertimento e della spensieratezza per chi vuole vivere un soggiorno turistico-sportivo pienamente. Irto di insidie il cammino a cominciare dalla sfida col l’AT Villas nell’entroterra (conca di Granollers) con l’1 a 0 sofferto che porta la firma del panzer Leo Carastro. Più agevole l’impegno nell’amena Arenys de Mar con la manita rifilata al Sinera United dopo un primo tempo equilibrato.Per finire le due mega sfide con la Cosecha Mundial (forse la vera finale) vinta grazie all’eurogol Gabriele Insolito (risultato poi il capocannoniere del torneo) e con l’academy americana St. Charles Fc terminata a reti bianche. Raggiante ed orgogliosi il Ct Felicino Vaniglia, ideatore, promotore e deus ex machina del sodalizio : ” Una gioia immensa, che condivido con il mio quotatissimo ed efficiente staff a partire dal coach assistant e preparatore atletico prof. Matteo Risso, passando per il dirigente accompagnatore ufficiale Mirko Balasini, sino ad arrivare al team manager Eraldi Mata. I ragazzi sono stati tutti fantastici con una menzione particolare alla pattuglia rossoblù composta dall’imbattuto portiere Tredici, Dagnino, Calcagno, Bonanni, Saracco, Carastro L, Carastro F. Affermarsi in campo internazionale e fuori casa non è mai facile e anche questa volta abbiamo fatto il massimo con applicazione, impegno e senso di appartenenza. Concludo con i miei più sentiti ringraziamenti che vanno al cav. Roberto Pizzorno delegato provinciale del Coni nonchè presidente regionale della Libertas, all’avv. Cristina Anelli in rappresentanza della Fortezza, al presidente onorario dell’Asr Cantera torre de Leon ing. Piero Pirola, all’assessore allo Sport di Savona Francesco Rossello, al dott. Daniele Martini della Sporturismo, al presidente del Vado Franco Tarabotto (vicino e solidale) e all’Acquario di Genova nella persona di Beppe Costa sponsor tecnico che ci ha onorato di inserire il suo prestigioso logo nel nostro kit da passeggio, agli splendidi accompagnatori che ci hanno tifato e a quanti da sempre sostengono affettivamente e condividono questa bellissima iniziativa. Per la prossima stagione abbiamo già iscritto 3 squadre :

U 19 – U 17 e U 15. La leggenda Cantera continua e nulla mai la fermerà, nadie e nada. Vamos alla battaglia!