Un sabato speciale per la giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità: “Il calcio è di tutti”

0
263

Sui campi della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC sarà una giornata tutta da vivere: si gioca in tutte le 12 regioni che svolgono l’attività, a Genova il ricordo di Antonio Merlo, giovane atleta recentemente scomparso. I messaggi dei due Ct Mancini e Bertolini
Sabato 3 dicembre sarà speciale in quanto la consueta giornata di gare dei tornei in programma coinciderà  con la Giornata internazionale dei diritti delle persone con disabilità, una ricorrenza proclamata dall’ONU con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inclusione e la difesa dei diritti delle persone con disabilità, obiettivi fondanti della Divisione.
“Il calcio è uno, non conosce barriere – afferma il Presidente della FIGC Gabriele Gravina –; la voglia di condividere questa passione è il valore che ci unisce e che ci fa scendere in campo tutti insieme sin dal giorno dell’istituzione della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale all’interno della nostra Federazione. In occasione della giornata dei diritti delle persone con disabilità, ribadiremo un forte messaggio di inclusione, colorando di Azzurro, quello delle Nazionali italiane di calcio, l’entusiasmo delle atlete e degli atleti protagonisti di questo straordinario movimento”.
“Il 3 dicembre nella Giornata internazionale delle persone con disabilità, la Divisione Paralimpica della FIGC scenderà tutta insieme in campo per ricordare il forte impegno per una società inclusiva, per il superamento di ogni barriera fisica e culturale – ha aggiunto il Presidente della DCPS, Franco Carraro -. Più di 100 squadre e quasi 2000 atleti scenderanno in campo insieme per ricordare questi valori, un messaggio delle Nazionali Maschile e Femminile, con i CT Mancini e Bertolini, accompagnerà la giornata. La FIGC omaggerà gli atleti che scenderanno in campo con le maglie azzurre e il messaggio “il calcio è di tutti” ricorderanno l’impegno, la passione ed i valori fondanti della Divisione”. I tornei organizzati dalla DCPS (1°, 2° e 3° livello) si svolgeranno in tutte le regioni coinvolte nell’attività, anche se finora solo in alcune regioni la competizione è iniziata: appuntamento sui campi di Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Toscana e Veneto. In questa giornata particolare, oltre allo svolgimento del torneo, le squadre scenderanno in campo promuovendo lo slogan ufficiale della Divisione: il messaggio “Il calcio è di tutti” sarà su uno striscione che verrà portato in campo dagli atleti prima dell’inizio delle gare, a simboleggiare l’impegno, la passione e l’entusiasmo di atleti e atlete dei club della Divisione. Per loro, la FIGC ha previsto un omaggio speciale: a tutti sarà consegnata una maglia della Nazionale. Per gli atleti ci sarà anche un ‘In bocca al lupo’ speciale: quello di Roberto Mancini e degli Azzurri e quello di Milena Bertolini e delle Azzurre, due video che saranno diffusi in questi giorni sul sito web e sui profili social della DCPS. La FIGC ricorderà inoltre, a Genova, la prematura scomparsa di un suo atleta, Antonio Merlo, della squadra A.D. B.I.C. Genova, venuto a mancare improvvisamente lo scorso 9 novembre a soli 22 anni. Antonio era un appassionato di calcio ed era molto amato dai suoi compagni di squadra e, come ricordano i suoi familiari, non lascerà un vuoto bensì una conferma della richiesta di impegno verso il prossimo. Il responsabile nazionale della Divisione Paralimpica della FIGC, Giovanni Sacripante, consegnerà ai familiari una maglia della Nazionale con il suo nome e il numero 18, lo stesso numero con cui Antonio giocava nelle competizioni DCPS.