La Giornata “Sport e Integrazione” in occasione della gara della Nazionale Femminile contro il Brasile

0
47

Nell’ambito del Progetto “Sport e Integrazione”, realizzato da Sport e Salute e finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, prende il via la campagna “Io vengo dallo sport” per la promozione del “tifo positivo” e della cultura dell’inclusione grazie ad una importante sinergia con la Federazione Italiana Giuoco Calcio. Per il lancio dell’iniziativa, in occasione della gara della Nazionale Femminile contro il Brasile in programma il 10 ottobre a Genova, è stata istituita la Giornata “Sport e Integrazione”. Nel corso della gara, le calciatrici Azzurre entreranno in campo accompagnate da bambine e bambini delle società del territorio, che indosseranno la maglia della campagna “Io vengo dallo sport”. Inoltre, testimonial delle Nazionali italiane, atleti e atlete del Settore Giovanile e Scolastico saranno i protagonisti di un video di sensibilizzazione che sarà lanciato in anteprima durante la partita.
Per dare un maggior impulso al progetto, la FIGC, attraverso il Settore Giovanile e Scolastico, sosterrà la campagna “Io vengo dallo sport” con altre iniziative finalizzate a raggiungere capillarmente il target interessato, attraverso le strutture territoriali in tutta Italia e le piattaforme social. In particolare, tra queste ultime, sarà promosso nei prossimi giorni il contest #iovengodallosport dedicato a tutti i giovani calciatori e le giovani calciatrici delle Scuole Calcio e agli studenti e alle studentesse delle Scuole Primarie e Secondarie di 1° e 2° Grado di tutto il territorio nazionale. A partite dal 15 ottobre 2022, compilando l’apposito form sul portale  www.valorinrete.it/#iovengodallosport, calciatori, studenti, tecnici e insegnanti potranno partecipare al contest e condividere la propria storia legata al tema “Sport e integrazione” attraverso l’elaborazione di un video della durata massima di 15 secondi. Il video dovrà essere caricato nell’Area Scuole del portale valorinrete.it entro e non oltre 15 Febbraio 2022. “Lo sport è un alleato formidabile per promuovere l’inclusione e la coesione sociale: supera barriere e lancia messaggi che arrivano a tutti”, ha dichiarato il Ministro del Lavoro Andrea Orlando. “La sinergia con il mondo del calcio è poi una grande opportunità, per coinvolgere bambini, giovani e adulti e dare risonanza ai valori del dialogo e del tifo positivo. Apriamo la campagna “Io vengo dallo sport” con una partita della nazionale femminile che tanto sta dando al nostro Paese e che si fa interprete di un’immagine dello sport lontana da stereotipi e discriminazioni di ogni tipo”. “La FIGC è al fianco del Ministero del Lavoro e di Sport e Salute per questa importante campagna – ha sottolineato il Presidente della FIGC Gabriele Gravina – con la consapevolezza che il calcio rappresenta un prezioso strumento per favorire l’inclusione sociale. Il gioco di squadra è il segreto per raggiungere un risultato nello sport così come nella vita e solo passandoci il pallone possiamo pensare di fare gol. Il calcio è accoglienza e indossare la stessa maglia vuol dire anche superare quegli stereotipi e pregiudizi che troppo spesso ci portano a diffidare delle realtà che non conosciamo impedendoci di apprezzare e valorizzare la diversità”. Per il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute Vito Cozzoli lo sport è un veicolo molto potente: “lo sport genera comunità, crea integrazione e incide sui cambiamenti culturali, è un’opportunità per sanare divari sociali e territoriali, abitua alla convivenza ed al confronto. Investire nello sport, e non intendo solo economicamente, è un arricchimento per la crescita di un paese. La collaborazione tra le istituzioni per questo progetto è preziosa, Sport e Salute è felice di esserci e di contribuire in maniera attiva alla formazione sportiva e culturale delle future generazioni”. Il progetto “Sport e Integrazione” nasce nell’ambito dell’Accordo di programma siglato nel 2020 tra il Ministero del Lavoro e l’Autorità politica delegata per lo sport, per la definizione di un piano pluriennale di interventi che promuovano lo sport come strumento di dialogo e inclusione sociale.