Play District, il 7 settembre 2022 in programma il Webinar informativo per le ASD/SSD

0
207

Play District è un’importante iniziativa promossa dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio civile universale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con Sport e Salute. Volta al finanziamento di progetti proposti da Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche, insieme ad altri soggetti pubblici o privati quali Organismi Sportivi, Istituzioni Locali e associazioni di altra natura, ha come obiettivo la creazione di spazi civici dove realizzare attività sportive e sociali che siano, per i giovani, luoghi di aggregazione, integrazione, orientamento e inclusione. Mercoledì 7 settembre alle ore 16.00 è in programma un Webinar informativo, rivolto alle ASD/SSD che intendono candidarsi al progetto, al fine di supportarle nell’adesione al bando fornendo maggiori dettagli sull’avviso e sulla Piattaforma dedicata. L’iniziativa, rivolta a tutti i giovani di età compresa tra i 14 e i 34 anni, con particolare riferimento alle categorie maggiormente a rischio di marginalizzazione, prevede l’apertura di circa 100 Spazi Civici di Comunità, con un budget complessivo pari a 10 milioni di euro, finalizzato a sostenere e finanziare progetti di innovazione sociale che, utilizzando la forza propulsiva dello sport, prevedano la creazione e il rafforzamento di spazi civici di comunità.
Spazi Civici di Comunità ha l’obiettivo generale di: creare hub di aggregazione per i giovani del territorio con un programma di attività sportive, educative e sociali, che sia capace di attivare e valorizzare i talenti giovanili; costruire nuove opportunità ed esperienze di cittadinanza attiva attraverso lo sport, dando vita ad iniziative di espressione creativa e artistica che siano rappresentative delle culture giovanili dei territori;
promuovere uno stile di vita attivo e rafforzare nei giovani i valori educativi dello sport, come lo spirito di squadra, l’impegno continuativo, la lealtà e il rispetto reciproco; sensibilizzare l’associazionismo sportivo a creare o rafforzare network e presidi educativi per i giovani del territorio, in una prospettiva inclusiva e sostenibile.