Gioco un po’ a fare l’ “opinionista” calcistico. Con tanti che dicono un mare di cretinate, anch’io voglio dire la mia!

0
25

Precisando che sono juventino per cui delle “milanesi” me ne “può fregar de meno”, sono comunque contento che a vincere questo scudetto sia stato il Milan che ritengo sia stata più meritevole dell’Inter. Ma, va anche detto, che il Milan è risultata essere anche la squadra a priori più simpatica dei cugini neroazzurri con un allenatore più affabile e disponibile, meno presuntuoso ed “alla-mano ” con tutti. Una squadra basata sui giovani che Pioli ha saputo unire gestendo il gruppo con grande coerenza. A questo successo dello scudetto ha contribuito ben poco Ibrahimovic personaggio che è stato più coreografico che di utilità pratica. Per lui, nessuno se ne abbia a male, non ho mai nutrito particolare simpatia in virtù dei suoi atteggiamenti da super campione. Mi spiace, invece, che a perdersi per la strada sia stato il Napoli perche’ ho grandissima stima ed ammirazione per Spalletti che credo sia un ottimo tecnico, ed anche una persona schietta e sincera. Della Juventus ho già scritto a fiumi concludendo che il suo campionato è stato una vera sofferenza: un’annata in cui i bianconeri hanno perduto tutto e di più rimediando una serie di brutte figure con un Allegri che non mi è piaciuto affatto e che, credo, sia opportuno saluti Torino perché il suo ciclo nella Juve è, ormai, definitivamente concluso. Una Juventus che, secondo me, faticherà non poco a risalire la cima e che dovrà stare molto attenta a chi cedere ed a chi comperare. Una cosa è certa: la “panchina” va cambiata con un nuovo allenatore. Per quanto riguarda le retrocesse in “B” credo che quella del Genoa sia stata meritata perché troppi errori sono stati commessi dalla dirigenza che ha cambiato mille allenatori per poi inventarsi Blessin che non ha combinato un accidente di niente nemmeno lui e che, a mio parere, va salutato e cambiato. Complimenti, invece, alla Salernitana che e’ stata capace di risalire la corrente fino a salvarsi anche se, ritengo, molto fortunosamente, condannando un Cagliari che ha pagato a caro prezzo l’allontanamento di Mazzarri a poche giornate dal termine del campionato : un esonero che nessuno ha ben capito per le motivazioni con cui è avvenuto. Il Venezia ? Veramente poco attrezzato per una serie “A” nonostante che la città meriti ben di più . Una città molto ricca che per il calcio ha speso ed investito ben poco e che dovrà mettersi a ragionare. Due parole anche sull’Atalanta: la squadra di Gasperini , in casa è stata capace di vincere solo 4 partite in tutto il campionato : davvero troppo poco per sperare di restare in “Champions -League”, i bergamaschi si sono sciolti come neve-al-sole dimostrando che l’era-Gasperson” è forse finita e che sarebbe meglio cambiar pagina. Roma e Lazio ? Due campionati appena sufficienti e con molte delusioni per le due tifoserie. La Fiorentina ? Ha fatto fin troppo e merita piena sufficienza . Capaci di grandi partite Sassuolo ed Udinese: due squadre strane e adatte a grandi imprese, ma anche a rimediare altrettante figuracce con prestazioni molto deludenti : in loro, certamente, è mancata la continuità. La Sampdoria di Gianpaolo: credo che abbia avuto tanta bella fortuna approfittando al meglio degli altrui errori : i Sampdoriani non hanno, però , da stare allegri per il futuro se non si daranno una “mossa”!