Il Torneo delle Regioni

0
356
Il Torneo delle Regioni è una competizione organizzata dalla Lega Nazionale Dilettanti e viene riservata alle rappresentative giovanili regionali di calcio a 11 e calcio a 5. La competizione prevede 4 categorie — juniores, allievi, giovanissimi e femminile — per ciascuna delle due discipline e venne ideata sul finire degli anni Cinquanta.[ La prima edizione, disputata dal 22 al 31 gennaio 1959 (cui potevano partecipare i calciatori dilettanti nati dal 01.01.1933 in poi), fu intitolata a Giuseppe Zanetti e riunì a Roma diciotto rappresentative del campionato di Promozione, al tempo il massimo torneo dilettantistico; la finale, che fu disputata allo stadio Flaminio, vide la vittoria del Lazio. Il torneo sarebbe servito per visionare giocatori selezionabili per le olimpiadi di Roma 1960 (in realtà poi sono stati selezionati giovani giocatori di Serie A come Gianni Rivera e Giovanni Trapattoni classificati come “studenti”).
«È la prima manifestazione calcistica collettiva che si disputi in Italia da molti anni a questa parte. Da essa ci si attendono le prime indicazioni per la squadra che rappresenterà l’Italia ai giochi di Roma. Sino ad oggi nel settore dilettantistico non esisteva una manifestazione a carattere nazionale che assicurasse la possibilità agli organi tecnici centrali di poter osservare con attenzione tutti i migliori elementi delle varie regioni.
Il torneo delle regioni che assolverà tale scopo è stato ideato quale atto fondamentale della preparazione olimpica, in quanto, mentre la nazionale dei professionisti può rimanere inalterata anche per molti anni, la nazionale dei dilettanti invece deve essere continuamente riprodotta e modificata passando ininterrottamente i suoi uomini migliori nella categoria superiore. Il torneo delle regioni assumerà ogni 4 anni, anche la fisionomia di “preolimpica” con l’impiego stagionale degli elementi postisi in luce negli ultimi 12 mesi.» (Il Piccolo del 25 gennaio 1959)
Altre edizioni successive sono state intitolate a Giuseppe Zanetti (1959/1971), a Ottorino Barassi (1971-1983), primo presidente della LND, ad Artemio Franchi (1984-2002), storico presidente della FIGC, e ad Antonio Sbardella (dal 2003). Nel corso dei decenni, il torneo ha cambiato più volte formula e si è strutturato su diverse categorie: dal 1965 è stata aggiunta la categoria allievi, dal 1990 la categoria femminile e dal 1994 la categoria giovanissimi. Inoltre, a partire dal 1985 la competizione si è aperta al calcio a 5. Anche il limite d’età è stato progressivamente abbassato passando dai 23 anni delle prime edizioni all’attuale limite di 18 anni per la categoria juniores, la principale del torneo. In cinque occasioni — nel 1969 (venne svolto il solo torneo allievi), 1974 (a causa della austerity), nel 2020, nel 2021 e nel 2022 (a causa della pandemia del coronavirus) — la competizione non si è svolta mentre la 46ª edizione si è svolta con una formula biennale per conformità alla Coppa delle Regioni UEFA; successivamente il torneo è ritornato ad essere annuale ed è stato istituito uno spareggio, tra le vincenti nel biennio, per stabilire la rappresentativa che parteciperà alla competizione europea. Nell’ Albo d’Oro aggiornato ovviamente al 2019 al primo posto compare il Veneto con ben 38 ori seguito da Lazio (27) e Lombardia (24) mentre la Liguria è l’ultima della graduatoria con un unica affermazione con gli Allievi nell’ormai lontanissimo 1976.
Quest’anno il Commissario Straordinario della LND,
– visto il Comunicato Ufficiale L.N.D. n. 5 del 1° luglio 2021;
– considerato che, a seguito della sospensione di gran parte dell’attività dilettantistica nel mese di gennaio 2022, disposta per l’aggravamento della pandemia da Covid-19, si è reso necessario rimodulare la programmazione in questa fase di riavvio delle competizioni;
– tenuto conto dell’approfondimento svolto con i Vice Commissari della L.N.D. e della consultazione effettuata con i Presidenti dei Comitati Regionali e dei Comitati Provinciali Autonomi di Trento e Bolzano;

ha deciso in data 1 febbraio 2022 di rinviare al 2023 lo svolgimento del Torneo delle Regioni di calcio a 11 e a 5 che era stato programmato per la corrente Stagione Sportiva 2021/2022 nella Provincia Autonoma di Bolzano.