Il sindaco Tomatis “Nessuno bloccherà la Sanremo”

0
199

ALBENGA

NOSTRO SERVIZIO

Il tam -tam cresce di ora in ora su Facebook con la proposta di bloccare la Milano-Sanremo, la Classicissima d’Apertura delle due ruote, per sensibilizzare sempre di più  l’opinione  pubblica sulla necessità  sacrosanta che l’Ospedale di Albenga possa riavere un Pronto Soccorso operativo. Più che una proposta, a nostro avviso, una pazza idea, tanto per citare Patty Pravo, certo non una che seguiva la corrente. Una pazza idea, e sia chiaro questa è opinione di chi scrive, per diversi motivi a iniziare da quello che la Milano-Sanremo rappresenta,  con le suggestive riprese dall’elicottero, una splendida vetrina per il nostro turismo che tanto ha bisogno di alzare la cresta dopo due anni di pandemia. Se le previsioni meteo saranno confermate una splendida cartolina turistica, tra l’altro a costo zero, sarà  offerta da più di 100 Paesi collegati grazie alla  RAI, che pochi minuti fa ha annunciato la ripresa integrale dell’evento, ed Eurosport.  E poi il legame affettivo che ci lega a questa corsa sostenuto negli anni passati da Angelo Viveri che, aiutato dall’allora Pedale Albenganese, convinse  gli organizzatori della Gazzetta ad entrare nella città per far ammirare il Ponte Rosso, simbolo di una città che rinasceva dopo la tragica alluvione. E poi pazza idea perché se davvero si concretizzasse  la protesta questa si volterebbe contro, con l’armata genovese dei Tg pronti all’attacco. E allora, per citare S.Filippo Neri, da noi adorato, State calmi se potete come ci dice anche il sindaco Riccardo Tomatis” La Sanremo è  un patrimonio di tutti gli sportivi, un evento simbolo della nostra Storia. Nessuno qui da noi la bloccherà.  Questo non vuol dire restare inerti, prepareremo degli striscioni che faremo il possibile possano essere inquadrati. E poi stiamo mettendoci in contatto con Raisport per la lettura di un comunicato nel quale faremo presente a tutto il Paese la battaglia che stiamo portando avanti, e che porteremo avanti fino a vincerla’.

Nella foto il sindaco Tomatis