A Laigueglia domani la Sei ore ciclistica fuori strada

Si potrà gareggiare in varie specialità da individuali, in coppia o in squadre formate da tre elementi

0
70

Laigueglia. Appuntamento imperdibile per gli appassionati di ciclismo: non solo per chi volesse ammirare gli spettacolari passaggi sui panoramici sentieri collinari di Laigueglia, ma soprattutto per gli agonisti, di qualsiasi livello essi siano: si tratta della Sei ore di resistenza, la Endurance e gravel che si svolgerà domani. Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 11 e 30 di domani, direttamente al point presso la partenza situata nel campo sportivo di Laigueglia. I sentieri collinari del borgo più bello d’Italia saranno protagonisti di questo speciale format di gara di mountain bike. Si tratta di una competizione incentrata sulla resistenza fisica, con un percorso che offre una vista mozzafiato sul mare del golfo della “Baia del Sole”. La “6H Endurance E-MTB”, organizzata da Alassio 4Fun presieduta da Giorgio Nannei, promette di essere un’esperienza indimenticabile per tutti gli amanti delle due ruote.

“La gara Endurance – spiegano gli organizzatori- è una prova di resistenza che mette alla prova la capacità degli atleti di mantenere un alto livello di prestazione per un lungo periodo di tempo. In questo caso, i partecipanti si sfideranno per sei ore consecutive, percorrendo i sentieri ed affrontando le infinite e spettacolari sfide tecniche che caratterizzano i percorsi di Laigueglia”. Il team degli organizzatori è composto da un gran numero di appassionati e volontari guidati da Corrado Folco e Dante Schivo: “Questa gara – ci spiegano Folco e Schivo- può rappresentare un nuovo attrattore turistico per la bassa stagione, capace di intercettare nuovi segmenti di appassionati di mountain bike. La gara prenderà il via alle ore 12 e si concluderà alle 18”. Potranno gareggiare concorrenti delle categorie: MTBike, E Mtbike, Gravel e Vintage. Le squadre potranno essere composte da due o tre atleti. La competizione è aperta a tutti, senza necessità di tesseramento.

Claudio Almanzi