Addio a Maurizio Zamparini, l’ex patron del Venezia e del Palermo

0
29

Questa notte è morto all’Ospedale Cotignola di Ravenna l’ex patron del Palermo calcio e del Venezia Maurizio Zamparini. L’imprenditore friulano, 80 anni compiuti a giugno, è deceduto intorno alle due per le complicazioni legate a un problema al colon che ne aveva determinato il ricovero nei giorni scorsi.  Imprenditore attivo nel campo immobiliare, agricolo ed energetico nonché grande appassionato di calcio, alla fine degli anni ’80 rilevò il Venezia portandolo in un decennio dalla Serie C2 fino alla Serie A. Nel 2002 acquistò il Palermo, riuscendo a conquistare la promozione in Serie A dopo 31 anni di assenza per poi raggiungere negli anni seguenti anche la qualificazione alla Coppa Uefa e all’Europa League e una finale di Coppa Italia nel 2011. Ebbe anche il merito di lanciare alcuni grandi giocatori del calibro di Cavani, Amauri, Dybala e Pastore, tanto da guadagnarsi la definizione per il suo Palermo di ‘fabbrica di campioni’. Maurizio Zamparini è stato il fondatore del  Mercatone Zeta. Le iniziali del nome della società, MZ, erano anche le iniziali del suo nome. Con la MZ fondava o acquistava aziende. Le avviava verso la grande distribuzione per poi venderle. Dal 1972 al 2001 si è occupato anche della gestione di venti centri commerciali. Questi sono stati venduti nel 2001 per circa 1000 miliardi di lire italiane.Non ci sono informazioni ufficiali sul suo patrimonio. Nel 2017 erano tuttavia emerse voci su presunti gravi debiti dell’imprenditore con l’Agenzia delle Entrate. Per quanto riguarda la sua vita privata, si è sposato due volte. L’ultima moglie è Laura Giordani. Il dirigente sportivo aveva cinque figli. La primogenita è Silvana che ha anche fatto diventare l’imprenditore nonno. Lei seguiva costantemente le vicende del padre nel settore calcistico. Poi ci sono Diego e Andrea che lavoravano con il padre. Greta invece recita in teatro e al cinema. L’ultimo figlio è invece Armando ed è deceduto nel 2021. Zamparini ha alle spalle anche una carriera nel mondo della politica. Il 13 novembre 2011 aveva presentato a Roma il Movimento per la gente. Grazie a questo movimento era riuscito a creare anche delle liste civiche in vista delle elezioni regionali dell’ottobre 2012, con un programma elettorale basato sul rilancio dell’economia siciliana. La sua scomparsa lascia un grande vuoto nel mondo dello Sport. Proverbiale il suo spirito vincente e la sua focosità.