L’ultimo saluto ad Alfredo Calligaris, il ‘padre’ dei preparatori atletici

0
83

Se ne è andato venerdì 21 gennaio alla veneranda età di 95 anni il ‘modellatore di uomini’, come lo definì Gianni Brera. Per anni docente di Metodologia dell’allenamento ai corsi di Coverciano negli anni Ottanta e Novanta e anche responsabile del ‘Centro Studi e Ricerche’ del Settore Tecnico, ha forgiato generazioni intere di allenatori. Medico dello sport, è stato una figura di riferimento per il mondo sportivo e in particolar modo per il calcio italiano; ‘padre’ dei preparatori atletici, è stato il primo professionista ad essere inquadrato con questa qualifica nell’organigramma di un club italiano – l’Inter – nella stagione 1975/1976.
Federico Biffignandi gli aveva dedicato un libro nel 2016, dal titolo “Il modellatore di uomini” quale omaggio a colui che veniva indicato da tutti come il padre della medicina sportiva italiana. A più di novant’anni avere una voglia matta di imparare ancora, di curiosare e di condividere con gli altri tutto quello che si è imparato lungo una vita professionale generosa ed intensissima era miracoloso. Il “Professore” fin da giovane studioso di scienze motorie e comportamentali si avvicinava all’atleta «grezzo» e ne plasmava al fine un campione. «In suggestivo equilibrio tra l’aneddoto e il dato scientifico, tra la valutazione dell’atleta e dell’uomo, tra la preparazione di testa e di gambe», aveva scritto nella prefazione Bruno Pizzul, suo allievo alle medie superiori a Gorizia. Si Parte dalla sua giovinezza a Rovigno e dalla cara madre terra istriana mai dimenticata e sempre portata nel cuore, per poi attraversare l’Inter di Herrera, le Olimpiadi, Gimondi, l’Atalanta, la Valanga azzurra, lo sci nautico con Roby Zucchi e tantissimo altro ancora. Il tutto inframmezzato da personaggi incredibili, dal principe Alberto di Monaco a Kevin Costner, da Steve McQueen a Sharon Stone, da Luca Cordero di Montezemolo a Papa Wojtyla. Calligaris, fu anche capo delegazione della nazionale ai mondiali di sci nautico del 1981.