Striscioni a gonfie vele ma a fare notizia ci pensa sempre l’avanspettacolo

0
78

Poteva essere un turno di ordinaria amministrazione questa decima del campionato di prima categoria gir.b. Alla vittoria della Sampierdarenese sulla Vadese per 3 a 1 ha fatto il paio il Pro Savona, che con lo stesso risultato maturato in rimonta (bella prova di carattere) ha steso il Quiliano appaiando i genovesi al primo posto in classifica a quota 22 punti. Buoni, per giunta i nuovi inserimenti, con Carro Gainza e Castagna andati addirittura in rete, prima del sigillo apposto dal talento di piazza Caduti, Youri Vittori. Questo quanto emerso dalle parole di stima del mister Balleri (che invoca più attenzione sui piazzati) anche se dal gelido “Picasso” (si è giocato alle 21.05) ancora una volta più che del bilancio tecnico si è ahimè a dover rendere conto dell’ennesimo episodio di tensione. A riportarlo è stato l’equilibrato vice presidente Mordeglia, il quale ha preso le difese del numero uno Marinelli che sarebbe stato oggetto di gesti poco edificabili da parte di uno sparuto gruppo di sostenitori della squadra di casa. Gesto subito stigmatizzato da Aureliano Pastorelli della polisportiva biancorossa che sembrerebbe però scaturito come risposta ( criticabile di certo) ad una provocazione partita da sponda biancoblù : il segno tre apparso su una manina impertinente a mo’ di sfottò. Non è il calcio uno sport da educande e certi battibecchi se contenuti nell’alveo del menaggio ci possono anche stare. Sta di fatto che pare proprio non esserci mai pace nei dintorni del “mega”.Forse andrebbe fatta una riflessione più profonda su che livello di responsabilità implichi ricoprire certi ruoli, questo per il bene e per il futuro stesso della società. Fair play please!