Dopo la tappa (17) : I duellanti

Un uomo solo al comando, anzi no forse due. Il Giro che nella mini tappa di Cortina, mortificata dalla mancata scalata del Pordoi, non ha più un solo padrone, il colombiano Egan Bernal, ma anche l’inglese Simon Yates. La diciassettesima tappa, a conferma che questo numero qualche sfiga la porta, vede anche una brutta caduta di Ciccone e Nibali che domani decideranno come e se partire. Vince la Canazei-Sega di Ala di 193 km l ‘irlandese Daniel Martin che sul finale respinge gli attacchi del portoghese Joao Almeida. Da segnalare la bella prova di Diego Ulissi e Damiano Caruso, certo il miglior italiano in questo Giro adesso secondo in classifica con un distacco di 2’21”. Ma il Giro sembra questione tra Bernal e Yates e le ultime tappe emeteranno la sentenza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: