Un uomo solo al comando, anzi no forse due. Il Giro che nella mini tappa di Cortina, mortificata dalla mancata scalata del Pordoi, non ha più un solo padrone, il colombiano Egan Bernal, ma anche l’inglese Simon Yates. La diciassettesima tappa, a conferma che questo numero qualche sfiga la porta, vede anche una brutta caduta di Ciccone e Nibali che ...