La Salernitana è ritornata in Serie A dopo ventidue anni

Grazie alla vittoria contro il Pescara (sorvoliamo sul triste caso Grassadonia, il mister abbruzzese residente a Salerno a cui erano state minacciate le figlie da due delinquenti) nell’ultima giornata del campionato di Serie B, la Salernitana ha ottenuto la promozione in Serie A, dove ritornerà dopo ventidue anni e per la terza volta nella sua storia. La squadra campana allenata da Fabrizio Castori ha concluso il campionato al secondo posto dietro l’altra squadra già promossa in Serie A, l’Empoli. La terza e ultima promozione verrà stabilita dai playoff, a cui si sono qualificate Monza, Lecce, Venezia, Cittadella, Brescia e Chievo. Le retrocesse in Serie C sono invece Virtus Entella, Pescara, Cosenza e Reggiana.Nonostante la promozione in Serie A ottenuta dopo oltre vent’anni di attesa, la Salernitana sarà obbligata a cambiare assetto societario perché la sua promozione venga formalizzata. È infatti di proprietà degli imprenditori romani Marco Mezzaroma e Claudio Lotito — quest’ultimo già proprietario della Lazio — i quali controllano i club tramite due diverse società. Come ribadito di recente dal presidente della FIGC Gabriele Gravina, il regolamento del campionato italiano non permette la partecipazione alla stessa categoria di due squadre che condividono la proprietà in modo diretto o indiretto.Purtroppo si è registrata una tragedia durante i festeggiamenti : un giovane di 22 anni infatti è deceduto in seguito a un incidente stradale che si è verificato sul Lungomare Trieste. Stando a quanto si apprende, il giovane si trovava da solo alla guida del suo motociclo quando è rimasto coinvolto nell’impatto mortale.Sul posto sono arrivati anche gli agenti della Polizia Municipale di Salerno, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso per determinare l’esatta dinamica di quanto accaduto, che come detto risulta ancora poco chiara; i vigili urbani hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza della zona, nella speranza che possano essere d’aiuto nella ricostruzione dell’incidente. Sul corpo del giovane, come da prassi in questi casi, è invece stata disposta l’autopsia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: