Serie C: la Ternana dei record

Ci sono solo tanti e meritati applausi per la Ternana di mister Lucarelli, capolista incontrastata dall’inizio alla fine nel girone C di Serie C, con 23 vittorie, 6 pareggi e una sola battuta d’arresto. A 6 giornate dalla fine della stagione regolare, con la certezza aritmetica della promozione in Serie B alla stregua di una formalità, per effetto dei 15 punti di vantaggio sull’Avellino, gli umbri hanno conquistato il record di squadra più prolifica della storia della Serie C e possono, ovviamente, migliorare ulteriormente il proprio score di reti realizzate, ora a quota 74, da qui alla fine del campionato. C’è, però, sempre l’Avellino sulla strada dei altri due record, quelli più difficile da battere per le fere. Nella stagione 1972/1973, l’Avellino totalizzò, infatti, 62 punti, che, riparametrati con i successi da 3 punti, rispetto ai 2 che venivano assegnati all’epoca per una vittoria, equivarrebbero a 90 attuali. Quell’Avellino detiene pure un altro record: 28 vittorie su 38 partite. Prima dell’Avellino, le fere proveranno a superare il Bologna della stagione 1994/1995, che totalizzo 81 punti, frutto di 24 vittorie e una sola sconfitta in 34 partite, primato per i campionati a 18 squadre. Pressoché irripetibile, il traguardo delle sole 9 reti in 38 partite subite dalla Reggiana nella stagione 1970/1971, di cui 4 in trasferta, con ben 29 partite su 38 partite con la porta inviolata. Nessuna squadra nel calcio italiano ha, finora, mai fatto meglio.Servirà l’ennesima impresa agli indomiti umbri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: