Le prime grane dell’ex schermitrice Vezzali Sottosegretario allo Sport “Ristori, bonus e piano di riapertura delle attività”

Dopo  le opportune verifiche sì è fatto sì che lo sport italiano abbia finalmente un rappresentante a livello governativo e tutto questo dopo lo scioglimento del vecchio Governo, la nomina di Draghi al nuovo e l’addio dell’ex Ministro Speranza. Il Consiglio dei Ministri ha quindi dato il via libera per la nomina di Valentina Vezzali, ex schermitrice plurimedagliata classe 1974, a Sottosegretario con delega allo Sport.I primi obiettivi dell’ex nota campionessa di scherma saranno i ristori a palestre e piscine, i bonus ai collaboratori sportivi ma anche un piano per la riapertura delle attività legate al mondo dello sport.Non avrà certamente la bacchetta magica ma la nomina della Vezzali è da interpretarsi come un segnale importante per risolvere alcune problematiche che riguardano i lavoratori dello sport. E’ l’esempio del bonus collaboratori sportivi che in questa settimana ha scritto un nuovo capitolo importante. Le posizioni ancora da chiudere con l’erogazione delle mensilità di novembre e dicembre del 2020 dipendono da Sport e Salute, ma soprattutto dall’Inps per tutti quelli che hanno parallelamente aperta anche una posizione aperta nella banca dati del principale ente previdenziale del sistema pensionistico pubblico italiano. In questo contesto l’ente predisposto ai pagamenti attende comunicazioni dall’Inps per chiudere definitivamente i pagamenti relativi al 2020.Di sicuro la Vezzali parte da una base di fiducia che il mondo dello sport può riporre in lei. Non fosse altro perchè è una che dello sport ha fatto una parte importante se non basilare della propria vita e la competenza nel settore di cui dovrà occuparsi c’è in maniera immediata e non dovrebbe servire troppo tempo per completare la fase di ambientamento.Ricordiamo che il Bonus Collaboratori Sportivi era stato confermato dal 1 gennaio fino al 5 marzo 2021 dal precedente governo guidato da Giuseppe Conte. Ora c’è incertezza sull’entità del contributo, sulle modalità e soprattutto i tempi di fruizione intanto che le settimane passano.Inizialmente era nato con un importo di 600 euro mensili, poi da novembre la cifra era stata aumentata a 800 euro. Auguri sinceri di buon lavoro da parte della redazione dell’Eco dello Sport.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: