La regina degli 800 Keely Hogkinson al Meeting città di Savona

0
88

Argento olimpico a Tokyo tre anni fa, vicecampionessa del mondo a Eugene 2022 e a Budapest 2023, oro europeo a Monaco 2022, prima nella finale di Diamond League 2021: questo è lo straripante palmares sugli 800m di Keely Hodgkinson, britannica che a soli 22 anni (compiuti lo scorso 3 marzo) è ormai da un biennio abbondante la miglior ottocentista d’Europa e una delle conclamate migliori specialiste del mondo dei due giri. Il Meeting internazionale Città di Savona 2024, il 15 maggio, avrà l’onore di averla in pista: non nei suoi 800m in cui detiene il primato nazionale del Regno Unito e il record europeo Under 23 con 1:55.77, bensì nei 400m, specialità in cui l’anno passato ha corso in 51.76 e conquistato il bronzo europeo Under 23.

La formidabile britannica troverà avversarie di rango a Savona: la rumena Andrea Miklos è approdata a 50.67 dopo una carriera giovanile che l’ha vista centrare l’argento mondiale Under 20 e, a livello europeo, un oro Under 18, un argento Under 20 e un bronzo Under 23; la sudafricana Miranda Coetzee, 50.90 nel 2023, è la campionessa continentale africana in carica di 400m e 4×400; l’irlandese Sharlene Mawdsley è scesa a 51.09 lo scorso settembre. L’azzurro sarà rappresentato da Rebecca Borga e Anna Polinari.

Trevor Stewart porterà invece idealmente a Savona, nei 400m piani maschili, l’oro di Tokyo 2021: lo statunitense corse la batteria della 4×400 maschile nel quartetto a stelle e strisce che poi avrebbe dominato la finale. Stewart, pure bronzo a Tokyo con la 4×400 mista Usa, vanta un primato personale da 44.25. La finale olimpica 2021 della 4×400 uomini la disputò anche Davide Re: l’imperiese, primatista italiano anche della prova individuale con 44.77, tornerà a correre a Savona quattro anni dopo la vittoria nell’edizione 2020 con il record del meeting (45.31). Al via alla Fontanassa a dare smalto e prestigio alla competizione ci saranno anche Charles Dobson (uomo da 45.11, è campione europeo e bronzo mondiale in carica con la 4×400 britannica) e il sudafricano Gardeo Isaacs, 45.15 di personale e bronzo individuale all’Universiade 2019.

L’evento si svolgerà con il sostegno di: Comune di Savona, Regione Liguria, Fondazione Agostino De Mari, Università di Genova, Unione Industriali Savona, FIDAL e Cus Genova.

Main Sponsor: ESI, Azimut Investimenti, Mondo, Transmare, BCC Pianfei, Wintecare, Italtende Del Grande, Sportissimo e Sporting Savona. Per ulteriori informazioni è disponibile il sito www.meetingsavona.com.