La Fbc Veloce 1910 in bella mostra tra ricordi nostalgici e voglia di futuro

0
74

Partiamo con il ricordare che la Veloce rappresenta un pezzo di storia del calcio savonese. Limitando la nostra celebrazione alle annate più recenti, il club ha spesso militato nei campionati di Eccellenza e Promozione, per poi iniziare una graduale discesa che lo ha portato a militare in questa stagione nel campionato Seconda Categoria. Questo è dovuto in parte ad evidenti  difficoltà economiche (una circostanza che affligge la nostra realtà locale a partire dal Savona) ma anche e soprattutto sulla scelta strategica operata da precedenti gestioni di voler far calcio puntando all’occorrenza su gruppi giovanissimi. Lo stato di salute dello storico sodalizio granata, tra questioni societarie in via di risoluzione e valutazioni “di campo”, prova a spiegarcelo il neo Presidente avv. Francesco Sanguineti, il quale è subentrato in estate al dimissionario dott. Bertrand Viti (elezione scaturita dalla riunione del Consiglio Direttivo avvenuta l’11.07.2023). Lo abbiamo incontrato domenica 14 gennaio presso il campetto G.Nasi, mitica location in cui sono stati convocati per le ore 10 tutti i tesserati (prima squadra e giovanili) rigorosamente in tuta di rappresentanza per la rituale “foto di società”. Sia lo spirito gioioso dell’iniziativa che lo stile del “…chi si diverte, non perde mai …” hanno rasserenato un ambiente non così entusiasta del piazzamento finora ottenuto dai “grandi” senz’altro al di sotto delle aspettative di partenza. “Credo di poter affermare che la Veloce stia bene – ha esordito il neo numero uno – soprattutto dal punto di vista del settore giovanile. In passato, come si sa, abbiamo perso la gestione dell’impianto di Zinola ma ci siamo immediatamente rimboccati le maniche mettendo a disposizione delle nostre squadre, oltre al nostro quartier generale di via Tissoni, anche il campo in erba naturale di Valleggia. Urgeva trovare una soluzione rapida vista la cronica mancanza di spazi in territorio savonese. Attraverso il lavoro nel ruolo di Direttore generale dell’inossidabile Lucio Robustelli, del sempre presente Segretario Generale e Tesoriere Salvatore Lorito e alla grande passione ed impegno profusi dal Responsabile Tecnico del Settore Giovanile mister Alessandro Morbelli grazie al quale  riusciamo a comporre quasi tutte le leve (evitando naturalmente di citare tanti altri dirigenti e collaboratori) riusciamo a mantenere una linea di galleggiamento congrua in attesa di tempi migliori e di un auspicato rilancio. La Veloce è come un cantiere aperto in cui possono trovarsi bene sia quanti l’hanno fatta grande sia coloro che ne garantiscono la continuità frutto di tanto sacrificio”.