Pallapugno, Olio Roi Imperiese Acqua San Bernardo in finale scudetto, battuta nello spareggio di Cuneo, ‘Albeisa per 11-6

0
251

Olio Roi Imperiese Acqua San Bernardo di Federico Raviola è la prima finalista del massimo campionato di pallapugno. La compagine di Dolcedo, guidata in panchina dal savonese di Testico,  Riccardo Aicardi, ha piegato  nello sferisterio “Capello” di Cuneo la Pallonistica Albeisa di Paolo Vacchetto per 11-6. E’ stata una partita combattuta, durata quasi tre ore, dove la compagine imperiese non è mai stata in discussione. Raviola, ben supportato dal savonese Oscar Giribaldi, è partito alla grande portandosi subito sul 2-0 e successivamente sul 4-1. Poi è venuto fuori Vacchetto che con grande determinazione riesce a pareggiare i conti (4-4). Raviola si riprende subito e porta l’Olio Roi Imperiese Acqua San Bernardo al riposo sul 6-4. Nel secondo tempo Raviola ha preso il sopravvento chiudendo una partita che alla vigilia sembrava essere più in salita. L’Olio Roi Imperiese di Federico Raviola con questo successo stacca per il secondo anno consecutivo il pass per la finale scudetto. Soddisfatto il capitano degli imperiesi, Federico Raviola che afferma: “Una bella partita giocata con grande determinazione. Volevamo la vittoria e l’abbiamo ottenuta grazie al buon lavoro di tutta la quadretta”.  Sulle tribune dello sferisterio cuneese presente la leggenda della pallapugno degli anni settanta: Felice Bertola, 12 volte campione in serie A. Sulla partita ha commentato il campione del balon: “Avevo pronosticato la vittoria di Raviola con questo risultato. Vacchetto, che ha fatto un bel girone di andata nella regolar season, è riuscito a mettere in difficoltà solo nella prima parte della sfida. Poi Raviola è andato via alla grande, come sa fare lui”. Oggi alle 15 a Canale d’’Alba il secondo spareggio che assegna il secondo posto in finale. In campo Marchisio Nocciole Cortemilia di Max Vacchetto e Araldica Castagnole di Enrico Parussa.