La festa di «Scuola Attiva Kids»

0
355

Oltre 600 bambini da tutta l’Emilia-Romagna al Cus Bologna per giochi, attività e premiazioni a conclusione del progetto che ha portato lo sport in classe. “Quella di oggi è 5 maggio è una festa di sport che coinvolge voi in rappresentanza degli oltre 2 milioni di studenti che in tutta Italia sono stati coinvolti da “Scuola Attiva”. E’ un progetto vincente, lo testimoniano il vostro entusiasmo ed i vostri sorrisi”. Cosi il Presidente ed Amministratore Delegato di Sport e Salute S.p.A., Vito Cozzoli, ha esordito nel suo saluto alle scuole primarie dell’Emilia Romagna che hanno preso parte alla Festa regionale conclusiva del progetto “Scuola Attiva Kids – Per l’Emilia Romagna inclusiva”. “Lo scorso anno – ha spiegato Cozzoli – organizzammo la grande festa conclusiva nazional allo Stadio Olimpico di Roma, portando nella Capitale ragazzi da tutta Italia.  Quest’anno invece abbiamo scelto Bologna, perché qui in Emilia-Romagna abbiamo trovato una Regione che non soltanto ha scelto di sposare questo progetto, ma che ha anche avviato una collaborazione reale con noi di Sport e Salute, finanziando l’attività in tutte le classi delle scuole primarie, utilizzando i Fondi Europei. Lo sport così entrato anche nelle prime e seconde elementari. Così dev’essere: l’intero ciclo scolastico accompagnato dallo sport. È successo in Emilia-Romagna, noi lavoriamo perché succeda anche nelle altre 19 regioni. Grazie a questa scelta “illuminata” abbiamo coinvolto 370 scuole, 3.060 classi e complessivamente 61.200 studenti emiliano-romagnoli”. Il progetto, nel corso dell’anno scolastico, ha garantito la presenza di una figura specializzata in tutte le classi delle scuole aderenti: il Tutor Sportivo Scolastico, laureato in Scienze Motorie, presente in Emilia Romagna nelle classi dalla I alla IV e che, nelle classi V ha collaborato con la nuova figura dell’insegnante di Educazione motoria prevista da quest’anno. Un percorso motorio e educativo che comprende anche diverse proposte innovative: la campagna informativa “AttiviAMOci” e il contest sulla sana alimentazione, un ciclo di webinar e la formazione pratica per i Tutor, il Kit didattico facilmente fruibile online sul sito di Sport e Salute, le pause attive, momenti di attivazione e movimento da realizzare nel corso della giornata scolastica, le Giornate del Benessere in ambiente naturale e i Giochi di fine anno, organizzati nelle scuole. “Sappiamo di essere stati apripista di un’iniziativa che per la prima volta porta in maniera concreta lo sport a scuola – ha detto Gian Maria Manghi, Capo della Segreteria politica della Presidenza della Regione Emilia Romagna -. Oggi questa festa conferma che, insieme con Sport e Salute, abbiamo raggiunto un grande risultato che speriamo di replicare sin dal prossimo anno”. A fargli eco anche Paola Salomoni, Assessore alla Scuola della Regione Emilia Romagna. “Abbiamo investito in questo progetto – ha assicurato – e continueremo a farlo perché il rapporto tra scuola e sport possa crescere ed ampliarsi, a beneficio dei nostri ragazzi e quindi del nostro futuro”. A giocare con gli oltre 600 studenti emiliano romagnoli, assieme ai loro insegnanti ed ai tutor sportivi, anche tre Legend di Sport e Salute: Andrea Lucchetta, Andrea Minguzzi e Anželika Savrajuk. I tre grandi campioni dello sport italiano, assieme alla plurimedagliata paralimpica Giulia Ghiretti hanno trasmesso ai ragazzi la passione per lo sport e l’importanza di corretti stili di vita, a partire dall’alimentazione. La Festa di “Scuola Attiva Kids” ha rappresentato infatti anche l’occasione per premiare la creatività e il senso artistico delle classi partecipanti al contest «AttiviAMOci», che ha previsto nelle classi la reinterpretazione dell’«healthy song ENERGIA», un bravo educativo da ballare secondo una coreografia coinvolgente.