LND: A Trento è andato in scena un evento di spettacolo, calcio, storie ed emozioni

0
312

Quella di merc.22 febbraio non è stata una serata come le altre, quantomeno per la LND. Al teatro Sanbàpolis di Trento è scoccata una scintilla grazie al format “La Lega Nazionale Dilettanti racconta, un viaggio calcistico nell’Italia dei giovani”. Un esperimento riuscito a conferma che la LND è il laboratorio ideale per nuove idee. In un solo momento, sfidando i concetti di spazio e tempo, il calcio dilettantistico, con centinaia di ragazze e ragazzi delle società LND del territorio coinvolti attivamente dal CPA Trento LND, ha trovato la sua sintesi nell’universo professionistico con i calciatori Berra, Odogwu, Vitturini, Sangalli e mister Tedino grazie alla competenza giornalistica di Stefania Renda e Paolo Ghisoni de “La Giovane Italia”. Ad unire tutte le tessere del mosaico narrativo e divulgativo ci ha pensato Federico Buffa attraverso associazioni di idee, link e collegamenti. Tema centrale dell’incontro, il rapporto tra la crescita sportiva degli atleti e la loro formazione scolastica e universitaria. I calciatori professionisti presenti al teatro con le loro testimonianze hanno dimostrato e spiegato ai giovani prospetti della LND che si può conseguire la laurea giocando anche ad alti livelli.
Il flusso delle riflessioni scaturite dall’incontro tra le diverse anime del calcio ha acceso i riflettori sull’importanza del ruolo svolto dalla LND, lo stesso Federico Buffa ha voluto sottolineare un aspetto spesso sottovalutato dai media mainstream:” Non ci dobbiamo mai dimenticare che in Italia a differenza degli Stati Uniti la supplenza di quel lavoro che non fa la scuola, lo fanno l’associazionismo di base e le società dilettantistiche che reclutano e avvicinano i giovani allo sport”. L’evento, patrocinato dalla Provincia Autonoma di Trento, in collaborazione con ‘Opera Universitaria’, ha visto la presenza di Roberto Failoni Assessore all’Artigianato, Commercio, Promozione, Sport e Turismo della Provincia Autonoma di Trento. L’organizzazione è stata coordinata in modo esemplare dal CPA FIGC LND di Trento del Presidente Stefano Grassi.
Sono stati tutti protagonisti del racconto di ciò che non vediamo sul campo di calcio. Gli sportivi sul palco, grazie alla maestria di Federico Buffa, hanno mostrato le loro altezze insieme alle debolezze, con leggerezza e stile. Il valore aggiunto è stata la narrazione che, grazie all’immaginazione e all’empatia, non ha solo intrattenuto il pubblico ma ha generato riflessioni più ampie trovando sponde sorprendenti nel cinema, nella musica, nella letteratura e nella storia. Sfatato il falso mito della passività dei giovani. I calciatori e le calciatrici delle società dilettantistiche della provincia di Trento hanno partecipato attivamente mettendosi in gioco, facendosi coinvolgere dal registro emozionale della serata. La platea è diventata protagonista ed i protagonisti sono scesi in platea, un ribaltamento di ruoli che ha confermato la potenza evocativa delle storie, quelle storie che sanno generare valore, le storie della LND.