Sport e Salute, presentato al Quirinale il piano sociale per lo sport.

0
236

Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale il Ministro per lo Sport e i Giovani, Andrea Abodi e il Presidente e AD di Sport e Salute, Vito Cozzoli, accompagnati dai Legend, Manuela Di Centa e Jury Chechi. Nel corso dell’incontro del 1 febbraio è stato presentato al Presidente della Repubblica il piano per lo sport sociale di Sport e Salute S.p.A. che prevede un investimento di 16 milioni di euro e la pubblicazione dei bandi, che con i relativi progetti mirano ad abbattere le barriere di accesso allo sport e declinare concretamente il principio del diritto allo sport per tutti. Secondo quanto riferito dai presenti, il Presidente della Repubblica ha affermato che “il contributo dello sport non è collaterale, ma fondamentale” e ha ringraziato “il Ministro Abodi e il Presidente di Sport e Salute Cozzoli per quello che fanno giorno dopo giorno”. È davvero un contributo per il Paese. Allargare la pratica sportiva è importante socialmente ed economicamente”. “La presenza del Ministro per lo Sport e i giovani nel governo – ha aggiunto Mattarella – facilita un dialogo collaborativo con gli altri Ministeri”. Abodi ha ricordato che “l’armonia tra i protagonisti del mondo dello sport è determinante per tutto il movimento sportivo” e ha sottolineato che “i progetti sociali di Sport e Salute sono importanti perché lo sport non può che partire dal basso, che è la base che regge il vertice”. “Più che vincere – ha continuato il Ministro Abodi -, lo sport deve convincere, dialogando con tutti. Serve anche a questo una struttura operativa ed efficiente come Sport e Salute”. Con l’occasione è stato illustrato al Presidente della Repubblica anche il modello di intervento “Sport di Tutti” con gli avvisi “Carceri”, “Quartieri e Periferie”, “Inclusione”, “Parchi”, lanciato la scorsa settimana, che coinvolgerà 1 milione di cittadini, 20 mila detenuti anche minori e 12 mila tra ASD, SSD ed enti del Terzo Settore. “Più sport di base, più sport sociale, più sport a scuola, più sport nelle città e nelle periferie. Questo il senso del lavoro quotidiano di Sport e Salute che è alla base dei progetti sociali che abbiamo presentato al Presidente della Repubblica per garantire lo sport come diritto”, ha dichiarato Vito Cozzoli, Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute. Sono intervenuti anche i Legend, Manuela Di Centa e Jury Chechi. “Con me ha funzionato l’aver seminato da piccola – ha dichiarato l’ex fondista -. È da piccoli che si prende quella passione che poi non ci lascia più”. Mentre Chechi ha ammesso: “Ho sempre fatto sport per vincere, ma solo adesso ho capito quanto sia importante lo sport di tutti, quello dei praticanti”.