Tra appelli, boutade, rilanci e ribassi, continuano le speranze Biancoblù

0
33
Nonostante tutto il Savona, domenica in campionato,è riuscito a superare per 2 a 1 lo Speranza sul terreno di gioco del Santuario. La dignitosa squadra di mister Ermanno Frumento, pur tra mille difficoltà, ha giocato una partita accorta e con grande grinta, contro una formazione onesta ma mai incisiva. Primo tempo in vantaggio grazie a un gran colpo di testa di Sofia. Nella ripresa dapprima il rigore trasformato da Certomà che ha riportato in parità il risultato. Pochi secondi dopo Caredda che ha trovato l’eurogoal che è valso tre punti pesantissimi per l’esultanza con i tifosi.
Portarsi a quota nove punti, a soltanto tre lunghezze di distanza dalla Spotornese prima della classe, in attesa la settimana prossima, del big match contro le Albissole (al secondo posto) potrebbe aver rappresentato un incentivo per la Vela Srl il cui presidente Massimo Cittadino (“Noi manteniamo gli impegni”) ha annunciato recentemente che i due giocatori provenienti dal Camerun Mbvouovouma e Kami presto si aggregheranno alla truppa. Una sua frase ha però finito per allarmare. “I contatti con il Comune di Altare per la realizzazione di un impianto di gioco? Confermo. Mi sto muovendo contattando amministrazioni limitrofe a Savona per garantire continuità al ns progetto”. In attesa di sviluppi concreti è nel frattempo arrivata la sconfitta in Coppa contro il Mallare, la prima sconfitta stagionale per gli Striscioni anche se il discorso qualificazione resta ancora aperto visto l’ 1-2 e se ne riparlerà il 9 novembre. Frumento ha dato spazio a tutti quei ragazzi che hanno giocato meno sino ad adesso, commentando che il match disputato sia risultato alla stregua di un ottimo allenamento. Savona chiama Roma, ma Roma risponde solo a distanza e senza dare concretezza alla sua azione. Voglio terminare con le parole significative di un noto brano di Tonino Carotone:
È un mondo difficile E vita intensa Felicità a momenti E futuro incerto.