Roma. La riunione dei Coordinatori Regionali del Settore Giovanile e Scolastico

0
48

Si è conclusa la riunione programmatica tra il Settore Giovanile e Scolastico nazionale e i venti Coordinatori Regionali a cui è intervenuto anche il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti, Giancarlo Abete, che ha avuto luogo a Roma in occasione della cerimonia delle Benemerenze.
Ad aprire i lavori, sabato 1 ottobre, prima giornata della riunione, il Presidente SGS Vito Tisci, che ha sottolineato l’importanza di questi incontri quali momenti per una condivisione e un confronto con i referenti territoriali dell’attività sviluppata a livello giovanile dalla Federazione. A seguire l’intervento del Segretario nazionale SGS, Vito Di Gioia, che ha illustrato la programmazione del Settore Giovanile e Scolastico per la stagione sportiva 2022-2023 in tutte le sue aree di competenza, ribadendo il ruolo dei Coordinatori regionali, punti di riferimento nelle rispettive regioni per le progettualità, gli staff e le società del territorio. Nel corso della prima giornata della riunione, spazio all’attività scolastica, con la Responsabile nazionale, Elisabetta Lauri, che concentrato il proprio intervento sulla rendicontazione del 2021-2022 e sulla programmazione per la stagione in corso con i progetti dedicati alla scuola per l’infanzia, alla primaria e agli istituti secondari di primo e secondo grado (vai al portale Valori in Rete). Conclude la prima parte dell’incontro Massimo Tell, Grassroots Manager SGS, impegnato nell’illustrazione del Sistema di Qualità dei Club Giovanili, la riforma avviata dal SGS per valorizzare percorso svolto dai Club nell’ambito dell’attività giovanile a partire dalle categorie di base per concludersi con le attività di carattere agonistico (vai alla news). La seconda giornata di lavori dom.2 è iniziata con l’intervento di Maurizio Marchesini, Responsabile nazionale dell’Evolution Programme che ha prima descritto ai presenti l’attività svolta negli ultimi anni con il coinvolgimento di 54000 atleti, 14000 tecnici e oltre 2800 visite a società sportive del territorio. Nell’ottica della prosecuzione e dell’ampliamento del percorso del programma Marchesini ha sottolineato i punti principali aspetti dell’attività per la stagione 2022-2023: formazione e collegamento con il sistema di qualità dei Club Giovanili. A seguire il punto sulle fasi regionali e dei Campionati del Settore Giovanile e Scolastico, presentato da Franco Lattarulo, con una particolare attenzione agli aspetti legati ai tornei e ai raggruppamenti territoriali delle manifestazioni giovanili organizzati dai Coordinamenti regionali. A conclusione della seconda e ultima giornata dei lavori, l’intervento di Josefa Idem, referente del SGS Academy, che introdotto le novità sulla formazione, interna ed esterna, avviata dal Settore Giovanile e Scolastico nelle ultime stagioni con l’obiettivo di ampliare le competenze degli staff territoriali e delle figure coinvolte nel percorso formativo.