Hockey: i savonesi Papaleo, Pavone e Canay agli Europei Paralimpici ad Amsterdam, Carlo Colla Manager team

0
98

Alla quarta edizione del campionato nazionale di hockey paralimpico svoltasi a Roma, La Torretta Savona hockey, giovanissima associazione nata qualche mese fa e subito affiliata alla Libertas  ha ottenuto un incredibile e inatteso secondo posto mentre il Liguria Hockey, da oltre 15 anni affiliato con il nostro Ente, ha portato a casa un buon quarto posto. Ma per quest’ ultima società arriva una grande soddisfazione, tre giocatori tesserati con i biancoblù sono stati convocati nella Nazionale Italiana giovanile di Hockey prato paralimpico che parteciperà agli Europei in programma dal 6 al 10 luglio ad Amsterdam. I “fortunati” che andranno a vestire la maglia azzurra  e che faranno parte di questo importantissimo evento sono: Gabriele Papaleo, Vittorio Pavone e Flavio Canay, i quali partiranno il 4 Luglio per partecipare ad un collegiale con tutta la rosa azzurra. Ad accompagnare i ragazzi sarà il loro allenatore il professor Carlo Colla, vice presidente del Centro Regionale Libertas Liguria, che è stato nominato Manager Gruop del team azzurro. Per il Liguria Hockey e per tutto hockey savonese questa convocazione è una grandissima soddisfazione e gratificazione per il lavoro svolto negli ultimi due anni , per il quale ha contribuito in modo notevole Maurizio Maerelli, ancora ricoverato per un brutto infarto avvenuto un paio di mesi fa. Afferma l’allenatore  dei biancoblù Carlo Colla:  “ Sono contento sia per la società che dedica al settore paralimpico ogni sua risorsa, ma soprattutto per i tre ragazzi che vivranno un esperienza indimenticabile e sicuramente gioverà la loro carriera sportiva”.  Per l’ hockey savonese le emozioni non finisco perché altri tre giocatori : Marco Duvina, Baldassarre Suriano sono tenuti in stretta sorveglianza dallo staff  tecnico della Federazione. A questa grande soddisfazione si unisce il presidente del Liguria Andrea Addis il quale dimostra parole d’ affetto verso i ragazzi e ricorda a loro quanto indossare la maglia azzurra sia motivo di grande orgoglio, ambizione di qualsiasi giocatore.