Al via la 51ᵃ Assemblea Generale dei Comitati Olimpici Europei, il Segretario Mornati guida la delegazione CONI a Skopje

0
108

Si è aperta stamane a Skopje la 51esima Assemblea Generale dei Comitati Olimpici Europei (EOC). Alla Sessione, in programma fino a domani nella capitale della Macedonia del Nord, prende parte anche la delegazione italiana guidata dal Segretario Generale del CONI, Carlo Mornati e dal responsabile della Preparazione Olimpica, Alessio Palombi.
A fare gli onori di casa il Presidente del Comitato Olimpico della Macedonia del Nord, Daniel Dimeski e, in rappresentanza del Governo, il vicepremier Artan Grubi. Numerosi i rappresentanti del movimento a cinque cerchi, a partire dal Presidente del CIO, Thomas Bach che, nel suo intervento, ha ammonito sull’arrivo di un “nuovo ordine mondiale”. “È imperativo che restiamo uniti sulle nostre posizioni, sui nostri principi e valori”, ha auspicato quindi il numero uno dello sport mondiale che ha ricordato anche i prossimi appuntamenti olimpici, tra cui Milano Cortina 2026 che fornirà “un innovativo approccio nell’organizzazione dei Giochi Invernali”. Il Presidente dell’EOC e membro CIO, Spyros Capralos, ha invece sottolineato come lo sport debba essere usato come “strumento di pace e non di discriminazione. Come previsto dai nostri padri fondatori”.
E’ intervenuto anche il membro CIO e Presidente del Comitato Ucraino, Sergej Bubka, che ha parlato del programma di solidarietà per gli atleti del suo Paese promosso dal Comitato Internazionale. Il campione di salto con l’asta ha inoltre ringraziato i Comitati Olimpici Europei per l’importante supporto offerto, citando l’Italia e ricordando come il CONI e le sue Federazioni diano ospitalità ad oltre 400 atleti di 20 sport differenti. “Possiamo essere forti solo se uniti”, ha detto commosso l’olimpionico tra gli applausi della sala del Double Tree Hilton Hotel che sta ospitando l’evento. In apertura dell’Assemblea, il membro CIO, membro dell’Esecutivo EOC e Segretario Generale dell’ANOC, Gunilla Lindberg è stata insignita dell’Ordine di Merito, il più alto riconoscimento dei Comitati Olimpici Europei istituito nel 1995. L’Assemblea ha ascoltato quindi i report annuali del Presidente Capralos, del Segretario Generale Raffaele Pagnozzi e del Tesoriere Peter Mennel. Nel corso della prima giornata di lavori sono stati presentati anche i cinque finalisti – tra cui l’italiano Lorenzo Previtali – della settima edizione invernale del Premio “Piotr Nurowski 2022”, assegnato al miglior giovane atleta europeo. La nomination dell’azzurro dello short track arriva dopo una stagione memorabile che lo ha visto primeggiare con l’oro nei 1.000 metri e tre medaglie d’argento nei 1500m, 500m e staffetta mista al Winter EYOF Vuokatti 2022. Ma nella bacheca di Lorenzo c’è anche l’oro vinto con la staffetta mista ai Campionati Mondiali Junior. Nel corso della giornata è stata indicata Bali come sede, nel 2023, degli ANOC World Beach Games, e sono sono stati illustrati i report dei Comitati Organizzatori dei Giochi Europei di Cracovia e Malopolska 2023, dei Giochi Olimpici di Parigi 2024 e di Milano Cortina 2026 per cui sono intervenute, in collegamento dall’Italia, l’olimpionica Diana Bianchedi e Anna Riccardi.