Il guerriero Van Damme non ce l’ha fatta

0
392
Una giornata triste per il calcio in Belgio e per tutti gli appassionati di questo meraviglioso sport quella del 29 marzo 2022 : all’età di 28 anni è morto infatti Miguel Van Damme dopo una battaglia di cinque anni contro la leucemia. L’ex calciatore ha dovuto arrendersi dopo una battaglia impari. A dare l’annuncio della sua morte è stata la moglie Kyana Dobbelaere su Instagram: “Il nostro caro più caro è partito per la sua ultima partita stasera, una partita che non può più essere vinta. Ci hai lasciato molto lentamente, eppure l’hai fatto di nuovo a modo tuo, molto forte. Hai combattuto come un leone. Siamo così grati per quello che eri: un esempio per molti”. Miguel era diventato padre della piccola Camille lo scorso anno e aveva scoperto che la sua malattia era incurabile due giorni dopo aver saputo che la moglie era incinta: “Mi hai fatto capire che non c’è niente come arrendersi, anche se c’era solo un piccolo barlume di successo, più e più volte l’hai superato. Riposa ora tesoro, te lo sei guadagnato più che guadagnato, ora sei liberato da ogni dolore. Ci piacerebbe vederti così. Un grande abbraccio dalle tue ragazze”. Aveva iniziato nelle giovanili come attaccante Van Damme, ma al Maldegem era stato spostato in porta e si trovò talmente a suo agio da attirare le attenzioni del Cercle: a 19 anni si trasferisce così a Brugge. Dopo un po’ di gavetta diventa titolare e quando la sua carriera sembrava essere arrivata ad una svolta è giunto l’atroce shock: durante i test pre-season gli viene diagnosticata la leucemia, contro cui ha combattuto fino a stanotte. Era riuscito a rimanere in squadra, tra campo e panchina, fino al maggio del 2019. Nel gennaio 2020 il portiere del Cercle Bruges ha però avuto una ricaduta, stavolta con poche speranze di sopravvivenza. Tantissimi i messaggi di cordoglio da parte di tifosi e di star dello sport belga, da Stoffel Vandoorne a Thibaut Courtois.A distanza di un mese il Cercle Bruges ha deciso di dedicargli un Torneo Giovanile affinché rimanga per sempre impresso nella storia della società.