Nazionale italiana. La gestione Mancini

0
88

In carica dal maggio 2018, il Ct Roberto Mancini si avvicina ai 4 anni di mandato: finora 46 le gare, con un bilancio di 30 vittorie, 13 pareggi e 3 sconfitte (con Francia e Portogallo nel 2018 e Spagna nel 2021) e un totale di 103 punti conquistati (media 2.23). Confrontandolo con lo score dei Ct unici, Mancini vanta il miglior risultato per punti ottenuti (davanti a Pozzo 102, Sacchi 100, Vicini 99, Lippi 93, Valcareggi 89, Bearzot 81, Prandelli 80), la miglior media punti (davanti a Pozzo 2.16, Sacchi 2.13, Fabbri 2.06, Vicini 2.05) ed è all’8° posto per numero di panchine. Finora sono 102 le reti realizzate (Belotti e Immobile i bomber con 8), con una media di 2.21 gol a partita (la seconda migliore della storia della Nazionale, dietro quella degli Azzurri di Pozzo 2.45); sono invece 23 quelle subìte, con una media di 0.50 gol a partita (anche in questo caso è la seconda della storia Azzurra dietro la Nazionale di Vicini 0.44). In 26 partite su 46 nessuna rete subìta (56%, solo Vicini ha fatto meglio: 34 su 54, il 62%). Per quanto riguarda le statistiche individuali, sono 82 i convocati da maggio 2018 a oggi, 68 quelli schierati. Il più impiegato è Jorginho (37 presenze, 3.194’), seguito da Bonucci (37, 3.136’) e Donnarumma (35, 3.162’); 36 gli esordienti, l’ultimo Scamacca (a settembre con la Lituania).