I Pirates 1984 ai nastri di partenza

0
242

Domenica 6 Marzo i Pirates 1984 affronteranno in trasferta i Daemons Cernusco per la prima giornata di campionato di seconda divisione nazionale Fidaf di Football Americano . Questo sara’ il secondo campionato a 11 del sodalizio ligure che vede immutato il coaching staff che vedra’ sempre al timone il capo allenatore Alfredo Giuso Delalba coadiuvato dagli assistenti Menaballi, De Cunsolo, Abate, Casirati, Scarazzini, Smaniotto, Cattaneo, Menin e Brandi . Un campionato che i Pirates affronteranno con maggior consapevolezza della loro forza come Team e della qualita’ dei singoli, vista anche la linea verde che sta dando i suoi frutti con la seconda convocazione in nazionale Under 19 del running back Fabrizio Longato, classe 2004. Non sara’ il solo convocato dei Pirates . Infatti anche Carola Bianchelli e Mathilda Monni, sono anche loro convocate in nazionale flag femminile.

Alfredo Giuso Delalba Head Coach Pirates 1984: “ Domenica cominciamo una stagione importante da parte del Team. I ragazzi hanno acquisito maggior consapevolezza dei propri punti di forza, lavorando fin da Settembre per migliorare ed accrescere le loro capacita’. Confrontarci con un Team forte ed esperto come i Daemons, strutturato e molto ben coadiuvato da un Coaching staff di alto livello, ci dara’ subito prova di quale e’ veramente ad oggi il nostro grado di maturita’ e quale dovra’ essere il nostro posto nel panorama del Football italiano”.

Eugenio Meini, Direttore Sportivo Pirates 1984: “ Credo che quest’anno possa essere un anno di svolta per il nostro sodalizio. I ragazzi hanno lavorato duramente in off season con la preparazione fisica dei nostri preparatori Simone Capelli e Dario Petrosino mentre i camp e i test match svolti hanno di fatto accresciuto e migliorato le capacita’ tecniche . Come primo match affronteremo una corazzata. Il team lombardo dei Daemons e’ seriamente candidato alla vittoria finale . Hanno qualità sia in campo che in side line , con giocatori ed allenatori di livello. Sara’ un banco di prova molto importante che ci dara’ la misura del nostro cammino nel campionato. Saranno tanti i chilometri che ci attendono ( con le trasferte a Padova e Gorizia, ndr.), ma visto i due anni di pandemia che hanno di fatto ridotto le capacita economiche dei team e fatto aumentare oltre modo le spese , esprimo fortemente la mia perplessità e penso che sia una scelta avventata da parte della Federazione . Ma come sempre onoreremo il campo e gli avversari come da nostra lunga e consolidata tradizione sportiva.”