Tutti pazzi per il Curling d’oro

0
73

Se soltanto cinque anni fa vi avessimo raccontato di vedere un bar pieno di impiegati e studenti che ingeriscono un panino con gli occhi intenti a seguire in TV una partita di curling il post sarebbe stato rimosso e preso come una fake news.  Ma oggi martedì 8 febbraio possiamo assicurare che il bar sotto da dove vivo era pieno di persone che volevano assistere ad Italia-Norvegia, finalissima olimpica del doppio misto.  E siccome tutti improvvisamente sono diventati commissari tecnici di questo sport che fino a qualche giorno fa veniva denigrato limitiamoci a scrivere che l’impresa di Stefania Costantini e Amos Mosaner  è  stata un crescendo, con undici vittorie su altrettante partite giocate. E mentre cascavano sotto il sorriso di Stefania tutte le grandi di questo sport, dal Canada alla Gran Bretagna per non dimenticare Svezia e Australia, i media facevano da cassa di risonanza. E oggi per la finale i palinsesti RAI sono stati modificati con la diretta trasferita sulla seconda rete. La partita ha inchiodato alla poltrona anche se soltanto in gare occasioni si è avuto il timore che sfuggisse di mano ai due azzurri. Un successo così grande che he quasi relegato in secondo piano l’argento di Pellegrino nella gara sprint di fondo. Ma oggi il curling merita la copertina a dimostrazione che, battuta scontata, anche il curling è uscito dall’età della pietra e si allega alle tante discipline nelle quali siamo diventati i primi della classe

Nella foto il sorriso di Stefania Costantini che ha accompagnato le undici vittorie azzurre

Email olianno3@libero.it

Cell 370.37.28.623