Giulio Diomedi, facci salpare ancora sull’Artiglio

Quando si desidera ritrovare il senso di quiete perduto, quando vuoi dare un senso alle cose che contano veramente, puoi rifugiarti al Circolo Nautico di Albenga e chiedere un colloquio con Giulio Diomedi, che ne rappresenta la sua identità. In questo Circolo, dove anche nelle giornate più afose puoi abbandonarti alla brezza della sera, potrai rivivere Vecchie Storie, conservandole nella memoria per trasmetterle alle generazioni di domani. In questo angolo di Albenga, dove hanno iniziato ad andar per mare tanti campioni, Giulio non ti parlerà di titoli italiani, medaglie,  coppe, nascoste quasi con pudore nella bacheca. Lui ti porterà vicino alla riva, ti indicherà con la mano l’Isola Gallinara e, con quel misto di rassegnazione e rabbia, ti dirà di quante cose potrebbero essere fatte per salvaguardare  un patrimonio naturale, sempre in pericolo a causa dell’uomo. Poi, per poter lasciarti cullare dai ricordi, chiedigli dell’Artiglio  quel gozzo dove sono saliti uomini che hanno fatto la storia, non solo di questa città. E li ti sentirai trascinare da avventure degne del miglior Salgari. Caro Giulio, in questo momento dove vediamo tanti ragazzi, ma anche tanti adulti, sbandare, ti chiediamo di fare una ristampa di “Quelli dell’…Artiglio “, libro che hai portato nelle scuole, incantando i bambini e gli adolescenti.  Abbiamo bisogno ancora di questo libro, da leggere adesso che arrivano i primi segnali di un malinconico  autunno. E poi ovviamente  tutta la redazione fa i complimenti al sodalizio per i risultati raggiunti anche in questa stagione, così complicata da portare a termine. Sperando che la prossima sia migliore, sempre con il vento nelle mani e Quelli dell’Artiglio nel cuore

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: