Albenga, in duecentocinque alla “Duxènto Sotto le Torri di ciclismo

Organizzata dalla Asd Albenga Bike e dalla Gs Ponente Ligure  si è svolta la manifestazione ciclistica Duxénto Sotto le Torri, una cicloturistica di 100 km e una randonnée di 200 km,manifestazione di interesse nazionale, riconosciuta dalla FCI e dal Coni. I ciclisti sono partiti da Piazza Corridoni (alla francese cioè quando volevano dalle 7.30 alle 8.30)  con unico percorso sia per i 100 che per i 200 km per attraversare le 4 valli del nostro entroterra ligure dalla Val Pennavaire / Val Lerrone /  Val Merula  alla Val Arroscia. Duecentocinque partenti, quattro punti timbratura (che servivano a verificare effettivamente il passaggio) dove hanno trovato i ristori. Sono partiti da Albenga, direzione lungomare verso Ceriale, strada romana verso cisano, poi martinetto e Castelbianco, il primo punto di timbratura alla colletta di castelbianco,  poi sono andati a Villanova, hanno fatto Casanova, sono saliti sul Ginestro, sono andati verso il Testico dove hanno trovato il secondo punto timbratura, hanno proseguito in altura verso la crocetta di alassio, sono scesi da Moglio e sono rientrati in Albenga dove i 100 km hanno terminato la cicloturistica. Chi ha proseguito per il brevetto dei 200 km è ripartito da albenga, è passato dal ponte di bastia, ha fatto la salita di cenesi, poi arnasco, poi tutta la mezza costa fino ad Aquila d’arroscia dove ha trovato il terzo punto timbratura, sono poi scesi da Leverone e si sono diretti verso l’ultimo punto di timbratura di pieve di teco. Sono rientrati per statale fino ad Albenga e passando prima nuovamente dal lungomare di ceriale sono arrivati in piazza i corridoni.All’arrivo le medaglie, apprezzate tantissimo e a tutti,  gli attestati di partecipazione, il ristoro con la focaccia ligure, i pacchi gara e i fiori. Tutto svolto secondo le norme anti covid. Abbiamo fatto il corso “covid19” in federazione. Mascherine, zone gialle, verdi e bianche. Braccialetti per l’accesso, misurazione della temperatura. Tutto in regola. La manifestazione non prevedeva la chiusura del traffico, i ciclisti dovevano rispettare il codice della strada. Non c’è stata classifica. Si doveva solo portare a termine il giro. Questo ha invogliato numerosi ciclisti a partecipare. C’è stata un alta adesione e partecipazione di ciclisti piemontesi e lombardi. In Albenga è la prima manifestazione ciclistica dopo molti anni a cui ha presenziano il sindaco Tomatis. Afferma il presidente della Asd Albenga Bixe, Roberta Bruzzone :“Duxénto” partenti alla prima rando “Duxénto” mi ha fatto sorridere la sera prima..non poteva essere numero migliore!  In un periodo difficile e particolare come questo non è stato facile organizzare una manifestazione  ma la voglia di ripartire e un pizzico di coraggio ci ha fatto osare ed alla fine abbiamo fatto  bingo! Abbiamo oltretutto la fortuna di avere un territorio che si presta al ciclismo, in pochi km di ascesa i ciclisti hanno attraversato dal mare le valli più belle della zona e senza dare fastidio al traffico hanno goduto di panorami mozzafiato. Albenga protagonista finalmente. L’ASD Albenga Bike ha lavorato per dare la possibilità ai numerosi appassionati su due ruote di partecipare a questo evento senza avere l’apprensione “della gara”, non essendo competitiva infatti, ognuno è stato libero di gestirsi, i ragazzi hanno pedalato in gruppo e in serenità, sapevano di dover arrivare senza l’ansia del cronometro e della classifica, questo è lo spirito della randonnée…vincono tutti!!. Ho avuto il piacere di vedere la loro soddisfazione all’arrivo, erano radiosi, i commenti tutti positivi e moltissimi complimenti per l’organizzazione sul percorso. Parecchie donne hanno partecipato ed hanno apprezzato anche l’omaggio floreale all’arrivo. Senza dubbio questa manifestazione che porta i colori sociali arancione/verde ha portato lustro in Albenga e di questo sono fiera. Abbiamo ospitato squadre non solo liguri, moltissimi piemontesi e lombardi che hanno mosso il turismo ingauno e che mi hanno già anticipato che parteciperanno alla prossima edizione numerosi. Con piena soddisfazione per la riuscita dell’evento vorrei ringraziare il nostro Sindaco per l’aiuto, gli sponsor tutti locali, Roberto Rosa della GS Ponente Ligure, i miei collaboratori e amici Stefano Busa, Fabio Nasi, Fabio Bordonaro, Piero Merello, Luciano Bertazzo, Aldo Iannotta, Franco Capomolla, Paolo Degola e Marco Fiorile..(e perdonatemi se mi sono dimenticata qualcuno!). Senza un buon lavoro di “squadra” tutto questo non sarebbe stato possibile.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: