Bocce, slitta ancora la Targa d’oro di Alassio

L'evento posticipato al 9 ottobre alla vigilia del Mondiale femminile
L'evento posticipato al 9 ottobre alla vigilia del Mondiale femminile

 

Nuovo slittamento per l’edizione 2021 della Targa d’oro di Alassio, la prestigiosa e super partecipata (abitualmente oltre 1.000 partecipanti) competizione delle bocce, settore volo. Dopo un primo spostamento da aprile a maggio, gli organizzatori hanno valutato che in primavera potrebbero non esserci ancora le condizioni per uno svolgimento “pieno” dell’evento, ovvero utilizzando impianti al coperto e soprattutto per le limitazioni che potrebbero riguardare la presenza di atleti stranieri e l’affluenza del pubblico.

Si è così deciso lo slittamento all’autunno, nelle giornate di sabato 9 e domenica 10 ottobre, ovvero alla vigilia del Mondiale Femminile (www.alassio2021.com), confermato dal 12 al 17 del decimo mese dell’anno. Il cartellone della Targa d’oro continuerà a prevedere il tabellone femminile (Targa Rosa) e quello giovanile (Targa Junior), a sua volta sdoppiato in Under 15 a Under 18).

Di concerto con le istituzioni cittadine, al fine di creare un interessante lancio per gli appuntamenti di ottobre e per contribuire alla ripartenza, nel mese di giugno la Bocciofila Alassina dovrebbe proporre una nuova manifestazione, da disputare solo all’aperto (ad Alassio e località limitrofe), imperniata su due gare: uno coppie maschili (limitata BD-CC) e uno “open” a coppie miste, per i quali è prevedibile una importante presenza di giocatori in arrivo anche da altre regioni e dall’estero.

La prova a coppie miste rappresenta un’interessante novità, in particolare se sarà confermata la volontà della Federazione Internazionale (Fiboules) di introdurre, nel programma del Mondiale Femminile, questa prova, con in palio, per la prima volta, il titolo iridato, oltre a quelle di individuale, progressivo, tiro di precisione, coppia e staffetta.

In attesa di definire i vari dettagli organizzativi, riprenderà nei prossimi giorni la pubblicazione, sul sito BocceAlassio.it e sulla pagina Facebook, delle interviste ai grandi protagonisti delle passate edizioni della Targa d’oro. Dopo un’ampia carrellata dei pluri vincitori italiani, sarà la volta di “incontri” con autorevoli rappresentanti del panorama francese. Il primo incontro sarà quello con Robert Sorabella, presidente della Rbr Nizza, club che si è aggiudicato la prima edizione della Targa d’oro, nel lontano 1955, con la quadretta composta da Gallarato, Pascal, Tessere, Bruno. Qualche anno fa, in occasione dello svolgimento della 60esima edizione, Sorabella fu ospite dei vertici dell’Alassina ed è rimasto un buon rapporto di amicizia.

Seguiranno le interviste con alcuni dei giocatori che hanno vinto la famosa gara di Alassio vestendo la maglia di sodalizi d’Oltralpe. Si tratta di servizi curati da Christophe Campiglia, grande esperto della disciplina. Francesi sono, tra l’altro, i campioni in carica, Challamel-Benoit-Belay-Chirat (Rumilly), vincitori della Targa d’oro 2019, l’ultima andata in scena.

FINAL FOUR – Con un calendario scattato più avanti rispetto al previsto, a slittare è anche la Final Four maschile di Serie A, prevista per sabato 3 e domenica 4 luglio. Ci sono ottime possibilità che l’evento resti in zona (Alassio ha ospitato le edizioni 2018 e 2019, mentre nel 2020 si è giocato a porte chiuse ad Aosta). Quella di Albenga, che tra qualche mese – dopo i lavori di ristrutturazione – riavrà il proprio ampio Palasport dedicato alle bocce, è oggi qualcosa di più di una semplice candidatura. L’inizio della regular season (7 squadre tra cui la Loanese) è previsto per il 27 febbraio.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: