In Spagna calcio giovanile con le mascherine

Da più parti si è scritto di come in Europa (a partire dall’Inghilterra) si stessero sperimentando delle “mascherine sportive” per poter riprendere l’attività senza rischi di contagio.Dopo lo slittamento del campionato juniores nazionale e con i campionati dilettantistici e giovanili, che dalle prime indiscrezioni del nuovo DPCM, vedono allontanarsi ancora la data della ripartenza una soluzione in più arriva dalla Spagna con il calcio giovanile che torna in campo, ma con la mascherina.Il regolamento iberico infatti consente la disputa delle partite, ma i ragazzi scendono in campo con le mascherine superando quindi gli allarmi lanciati nei mesi scorsi da alcuni specialisti, che ritenevano impossibile fare attività con la mascherina senza creare problemi a chi la indossava.Con questa soluzione in Spagna l’attività è ripresa anche per i ragazzi (video da youtube) che mostra una partita del torneo giovanile fra Real Madrid e Union Adarve, categoria cadete A. Hanno incuriosito le immagini provenienti dalla Spagna relative al derby tra le giovanili dell’Atlético Madrid e quelle del Real. Dopo lo stop dei campionati annessi, dovuti all’emergenza Covid-19, la RFEF, ossia l’organo federale preposto all’organizzazione e allo sviluppo del calcio in terra di Spagna, ha dato il via alla pianificazione di match e tornei calcistici tra i giovani di varie fasce d’età, purché muniti di mascherina.Nel derby disputato tra i colchoneros e il Real Madrid Cadete A, squadre corrispondenti alle Under-15 e Under-16 italiane, i giocatori sono scesi in campo con indosso la protezione in tessuto. In Italia la situazione sembra ben lungi da uno sblocco definitivo, tenendo conto delle difficoltà relative all’eventuale gestione di focolai all’interno dei centri sportivi. Da questo punto di vista, dunque, non resta che attendere ulteriori novità da parte di governo e FIGC.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: