Calciando in rete

Nino non aver paura di tirare un calcio di rigore

33Views

Due rigori sbagliati nel corso della stessa partita: “impresa” riuscita a un ristretto club di giocatori, al quale si è iscritto anche uno specialista come Sergio Ramos. Ma c’è anche chi ha saputo fare peggio…Ne aveva segnati 25 di fila, in tutti i modi, spesso prendendosi gioco del portiere con il famoso “scavetto”. Una striscia positiva che aveva proclamato Sergio Ramos, professione difensore dai piedi dolci, specialista dal dischetto. Fino a sabato sera 14 novembre 2020, quando con la Spagna è stata bloccata dalla Svizzera sull’1-1 anche a causa dei suoi due rigori falliti. Proprio così, due sbagliati nella stessa partita, nel giro di 21’ (al 58’ e al 79’, con la Spagna sotto 1-0), calciati nello stesso angolo basso alla destra del portiere. Sommer devia il primo, il secondo lo blocca. “Se ce ne avessero dati 4, li avrebbe calciati sempre lui”, l’ha difeso il Ct Luis Enrique. Ma intanto Sergio Ramos entra in un ristretto “club” al quale appartengono anche altri veri e propri specialisti. In Serie A, il caso più recente risale al 2016, ma negli annali del calcio si è iniziata la danza da tempo immemorabile.Si parte dal lontanissimo 1939, il primo doppio errore dal dischetto risale infatti alla fine degli Anni Trenta, quando l’attaccante della Triestina Guglielmo Trevisan diventa il primo della storia del campionato italiano a sbagliare due volte nel corso della stessa partita. dagli undici metri.Clemente di nome e di fatto, il centrocampista Gotti del Lecco grazia nel 1960 il Toro, ancora protagonista fortunato della vicenda. Tra i pali c’è Lido Vieri, che non ipnotizza solo Gotti: prima di lui infatti, il Lecco aveva già sbagliato un altro rigore con Gian Carlo Cella. Finisce 3-1 per il Torino, l’unico a segnare a Vieri è Bonacchi… non su rigore. Tocca poi a De Sisti (1974), Cerezo (1986), Andersson (2000), Corini (2002), Ferrante (sempre 2002), Maccarone (2007), Mbakogu ( 2016 in Carpi – Lazio).E poi ci sono giocatori entrati nel “mito” grazie a due rigori sbagliati nella stessa partita in Coppe Europee. E’ il caso del fantasista nerazzurro, che fallisce due volte nella serata di Coppa delle Coppe contro lo Slovan Bratislava (15 settembre 1982).Alessandro Altobelli in Italia contro Malta (6 dicembre 1986) andò a segno lo stesso, nel 2-0 azzurro di quella partita. Ma a restare negli occhi di tutti furono i due errori dal dischetto, contro John Bonello, nel giro di 15′. Due dei suoi 8 errori in carriera, su 48 tentativi.Difficile da credere ma anche uno come Pirlo rientra nel “club”. Con la maglia azzurra dell’Under21 si fece parare nel 1998 due rigori da Williams del Galles: il primo troppo centrale rimbalzò sul piede del portiere per poi impattare sulla traversa, il secondo più angolato gli venne parato. L’Italia vinse lo stesso, 2-1, grazie a due assist… di Pirlo (a Mezzano e Comandini), forse più a suo agio nei panni del suggeritore.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: