Calciando in rete

Primavera: un pari giusto quello tra Genoa e Spal all’esordio

13Views

Sul terreno del centro sportivo di Begato in quella che è stata la partita che ha tolto i veli al nuovo campionato di Primavera 1, i biancazzurri hanno pareggiato per 1 a 1 contro i grifoncini e lo hanno fatto con una prestazione che è stata convincente e rassicurante sia sul piano del gioco che su quello della personalità.Non è arrivata una vittoria, ma l’impatto con la nuova stagione della Spal Primavera allenata da Giuseppe Scurto è da considerarsi senza alcun dubbio assolutamente positivo e di buonissimo auspicio per il futuro. Per lunghi tratti si è trattato di un vero e proprio monologo biancazzurro. Tanta Spal e poco Genoa già nel corso del primo tempo. E lo dimostrano già le battute iniziali del match. I biancazzurri partono davvero forte e non sembrano vivere l’ansia dell’esordio, scendendo in campo con ordine, concentrazione e la giusta dose di cattiveria agonistica per difendersi senza correre più di tanti rischi, gestire la palla e provare a cercare gli spazi utili per ripartire con qualità in contropiede. A questo proposito, la prima grande occasione da gol dell’incontro arriva dalle parti di Cuellar, che al 6′ si trova tutto solo davanti alla porta rossoblù e di prima intenzione calcia in porta, lasciandosi però ipnotizzare dall’intervento di Agostino (il portierone savonese), che con i piedi si oppone e respinge in calcio d’angolo il tiro dell’attaccante boliviano. Ma tra la Spal e il gol è solo questione di minuti.
Passa poco, infatti, e il gol del vantaggio degli estensi arriva al 12′ con il neoacquisto Owolabi che, sugli sviluppi di un calcio dalla bandierina, prima si inserisce e di testa si fa respingere l’incornata dall’estremo difensore genoano e poi sul tap-in anticipa tutti e non lascia scampo a nessuno, insaccando il pallone per il meritato 0 a 1 dei biancazzurri.
I rossoblù allenati da Chiappino provano a rispondere in men che non si dica allo svantaggio e nella seconda più equilibrata frazione di gioco al 47′ pareggiano i conti con Estrella, freddo da due passi a insaccare il gol dell’1 a 1 su spunto di Kallon e a ristabilire l’equilibrio tra le due squadre in campo,frutto dell’essere usciti dagli spogliatoi completamente trasformati rispetto all’atteggiamento anonimo e piuttosto spaesato del primo tempo.Pochi istanti dopo il gol subito, da calcio d’angolo diretto, la Spal colpisce la traversa con Horvath, mentre i liguri, in ben due circostanze sporcano i guantoni all’estremo difensore Galeotti, che prima si rende assoluto protagonista di un prodigioso intervento sul missile dalla distanza di Turchet e poi si ripete sull’azione successiva.Nei 20′ minuti che separano le due formazioni dal fischio finale, il Genoa cala vistosamente il ritmo e i biancazzurri tornano così a rendersi pericolosi nella metà campo avversaria, tant’è che all’81’ arriva un’altra colossale occasione per gli uomini di Scurto con il subentrato Alcides, che da posizione ravvicinata colpisce di piatto al volo e spedisce sull’incrocio dei pali un cross dalla sinistra di un sublime Cuellar, mancando l’appuntamento con la rete del sorpasso.In seguito ad una protesta plateale, l’ultimo sussulto del match è da attribuire all’espulsione di Yabre per somma di ammonizioni nei minuti di recupero di uno scontro che Genoa e Spal chiudono sull’1 a 1, dividendosi così la posta in palio.
Ecco il tabellino :

Genoa-Spal 1-1 (0-1)

Marcatori: 12′ Owolabi (S), 47′ Estrella (G).
Genoa (4-3-3): Agostino; De Angelis (dal 79′ Mukaj), Zaccone (dal 65′ Boci), Piccardo, Turchet; Dumbravanu, Kallon, Eyango; Estrella, Besaggio, Zielski (dal 65′ Maglione, dal 74′ Conti). A disposizione: Corci, Chiricallo, Lipani, Sahli, Fossati, Rancati, Dellapina, Konig. All. Chiappino.

Spal (4-3-3): Galeotti; Iskra, Yabre, Peda, Owolabi; Mamas, Semprini (dal 55′ Zanchetta), Ellertsson (dal 73′ Alcides); Horvath, Seck, Cuellar. A disposizone: Rigon, Csinger, Szyszka, Suffer, Borsoi, Roda, Kryeziu, Campagna, Fiori, Pilotto. All.: Scurto.

Arbitro: Fiero di Pistoia.
Ammoniti: Besaggio (G), Yabre (S).
Espulsi: Yabre per somma di ammonizioni (S).

Recupero: 1′ pt., 4′ st.

Note: giornata soleggiata, la gara si è giocata sul terreno sintetico.

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: