Dalla Villapiana Cup Uisp un fermo no alla disuguaglianza

0
74
Il segreto è cominciare, scriveva Mark Twain, ed è proprio così, perché la vita è l’arte degli inizi. È al principio che molte cose si rivelano, e poi si consolidano. Questo avviene anche e prevalentemente nello Sport. L’incipit in questo caso è stato dato da Gianfranco Pusceddu responsabile territoriale calcio Uisp che, seguendo le linee guida del progetto “Mind the Gap”, in collaborazione con la Regione Liguria, con il Comune di Savona e con il Coni Point Savona (rappresentato nell’occasione dal dott. Felicino Vaniglia) ha proposto sabato 22 ottobre presso il campo sportivo ” C.Rondoni” di via delle Trincee un torneo (“Calciando Insieme”) diverso dagli altri. A partire dalle ore 15 si sono succeduti in una nutrita serie di incontri emozionanti e divertenti dapprima un quadrangolare all’italiana riservato alle categorie 2012/13 (tempi unici da 15 minuti) in rappresentanza dei siti doc del quartiere di Villapiana. Al termine è risultata prima Villa Cambiaso seguita al secondo posto dal “Plesso Trincee”, terza Piazza Bologna e quarti i ragazzi dei “Giardini di via Verdi”.
La premiazione con coppa alle 4 squadre e medaglia ricordo per tutti (miglior giocatore è risultato capitan Thomas Tino, figlio d’arte) ha visto la presenza oltre che dei già citati Pusceddu e Vaniglia anche quella prestigiosa dell’assessore allo Sport Francesco Rossello e del dirigente storico Uisp Giovanni Fantino. Combattuta anche la finalissima Over 18    (2 tempi da 30 minuti) tra Villapiana Alta e Villapiana Bassa che ha visto i primi vincere per 6 a 4 per la gioia dei tanti accorsi per tifare la folta comunità ecuadoregna. Un pomeriggio solidale e fraterno in nome della lotta alla povertà educativa “Calciando Insieme. L’arrivederci è alla prossima manifestazione sotto Natale.