Calcio d’estate.La Pro Secco si aggiudica la 5^ Savona Cup

0
291

Ha chiuso alla grande, sabato 16 luglio, la quinta edizione della “Savona Cup”, torneo di calcio a 7 andato in scena sul rinnovato e accogliente campo di via delle Trincee dedicato a Carlo Rondoni. La finalissima come nelle migliori occasioni è stata molto combattuta, tanto che ci sono voluti i rigori per decretare chi fosse la squadra vincitrice. Impresa Edile Petrit Lleshi/Pollo de Fuego e Pro Secco hanno infatti chiuso in parità la gara, 2 a 2, nei tempi regolamentari. Frumento e Molinari sono andati a rete per Pollo de Fuego-Pro Secco mentre gli avversari hanno trovato la via del gol due volte con Anselmo. Decisiva nella lotteria dagli undici metri, la parata del portiere Calcagno  che è valsa la vittoria al suo team ed il premio di miglior giocatore  .
Ecco i premi individuali assegnati:
Allenatore più giovane: Willy Monte, premiato con un buono del McDonald’s.
Miglior allenatore: Simone Serra, premiato con sacca GEARXPro.
Miglior Under 21: Leonidi Cuka, premiato con laccio LACEXPro.
Miglior portiere: Daniele Pastorino, premiato con delle calze SOXPro.
Miglior difensore: Luca Doffo, premiato con un buono dal pizzeria ristorante Mario.
Miglior centrocampista: Davide Panucci, premiato con un buono dal pizzeria ristorante Mario.
Miglior attaccante: Manuele Macagno, premiato con un buono dal pizzeria ristorante Mario.
MVP finale: Stefano Calcagno, premiato con delle calze SOXPro.
Capocannoniere: Lorenzo Anselmo, premiato con un pallone Jako.
Miglior giocatore del torneo: Giacomo Calcagno, premiato con dei parastinchi della FLEX-GXPro.
Il torneo è stato organizzato dai 4 inseparabili amici Gabriele Siri, Giacomo Conterno, Niccolò Enrile e Federico Lanero, in collaborazione con la Libertas che è stata rappresentata nella cerimonia di premiazione (a cui era presente il neo assessore allo Sport Francesco Rossello) dal presidente regionale cav. Roberto Pizzorno e dal resp.le sez.calcio dott. Felicino Vaniglia che ha voluto ricordare la figura del papà di Alessio Bisio, gestore dell’impianto e della Open Sport, recentemente scomparso.Nel dare appuntamento al prossimo anno l’obiettivo continua ad essere quello di superare il muro delle 10 iscritte.