Il capitano Barberis

0
698

Mi ricordo un tardo pomeriggio d’inverno quando, recandomi da modesto cronista sportivo di provincia, sul campo di via Brunenghi, Pietro Buttu, che non emette mai giudizi a vanvera,  mi disse ” Lo vedi quel giocatore sulla fascia sinistra che sta palleggiando con un suo compagno?  E’Andrea Barberis, segnati bene questo nome…..” Frasi che mi sono echeggiate ieri sera quando il Monza ha conquistato la meritata promozione in A, avendo meglio del Pisa nella finale dei playoff del campionato cadetto. Una partita bellissima, con il Pisa che, giocando in casa, si portava sul 2-0, non tenendo conto della reazione monzese che avrebbe portato ad un pirotecnico 4-3 ai supplementari.  Sia benedetta questa promozione che consola dopo l’approdo nella massima serie della Cremonese, altra squadra destinata ad abbassare l’interesse di un campionato che sarà bellissimo il giorno che sarà ridotto a 16 squadre,  eliminando tanta mediocrità.  Tornando a Barberis lui è sempre stato visto come elemento cardine da Adriano Galliani che con Silvio Berlusconi ha vinto in tempi brevissimi una scommessa portando il Monza dalla C alla massima serie. E ora? Barberis rimarrà al Monza? Crediamo di sì anche perché aumento degli ingaggi non è parola che affligge i dirigenti che non hanno certo il braccino corto. In ogni caso, dopo quanto fatto vedere in questo campionato, il finalese Barberis ha un futuro radioso e destinato a scrivere pagine importanti

Nella foto gentilmente concessa dalla Redazione Sportiva di Sky Andrea Barberis in azione con il suo Monza