IL CIRCOLO NAUTICO DI ANDORA RICORDA IL COMPIANTO PIERANGELO MORELLI CON “PERSONE IN…MARCIA”

0
16

Un fine settimana in cui malati ex-oncologici faranno esperienza di marcia acquatica nell’ambito di progetto recupero della confidenza con il proprio corpo e spirito, provato dalla infermità fisica e psicologica della malattia tumorale

Andora – A dicembre del 2020 il Circolo Nautico di Andora perdeva il suo storico presidente Pierangelo Morelli, stroncato in poche settimane da un tumore. Un’esperienza che ha segnato la famiglia e gli amici del C.N.A che in questo fine settimana onorano il ricordo Morelli con la prima edizione di “Persone in …marcia”, evento dal valore sportivo e di valenza sociale che gode del patrocinio del Comune di Andora. A pazienti ex oncologici verrà offerto un fine settimana di attività, fra il 13 e 15 maggio: accolti dal direttivo C.N.A e da Signora Antonella Volpe, vedova Morelli, gli ospiti  realizzeranno uscite di marcia acquatica con l’accompagnatrice del C.N.A e incontri, con il supporto di medici. La dottoressa psicoterapeuta Giorgia Maspes curerà la parte legata alla psicoterapia e la dottoressa oncologa Serena Ziliani la parte oncologica. Sarà presente ad Andora anche Sophie Chipon, docente alla Sorbona e Vice Presidente della Associazione Escursionisti nonché prima promotrice marcia acquatica.

Nella sua ultima intervista pubblica, ospite del porto di Andora al Salone Nautico di Genova, Pierangelo Morelli insieme alla moglie Antonella Volpe, aveva ribadito quanto tenesse al progetto della marcia acquatica sottolineando come quello di Andora fosse il secondo circolo nautico italiano affiliato alla Fie. Questa attività che oggi coinvolge moltissimi sportivi ad Andora. Nel ricordo di Morelli, il C.NA. offre, per la prima edizione , l’iscrizione  gratuita ai partecipanti.

La disciplina “marcia acquatica” ha indubbi benefici fisici – spiegano il presidente del Circolo Nautico Giovanni Bencivenga e i medici che hanno sostenuto il progetto – Il mindfulness fornisce un supporto psicologico ai pazienti ex oncologici per recuperare confidenza con il proprio corpo e spirito, severamente provato dalla infermità fisica e psicologica della malattia tumorale. Gli ospiti arriveranno ad Andora il 13 maggio e saranno sistemati nelle strutture che hanno sostenuto il progetto offrendo tariffe agevolate. Considerata la valenza sociale dell’evento auspichiamo divenga un appuntamento annuale”.

Sabato 14 maggio dalle 09,30 alle 11,30, le ospiti potranno partecipare ad una seduta di mindfulness a cura dalla Dottoressa Giorgia Maspes a cui seguirà una esperienza di marcia acquatica con Barbara Alberigo accompagnatrice di marcia acquatica, responsabile della disciplina per il C.N.A. di Andora.

Alle ore 17.00, a Palazzo Tagliaferro, Sala al Piano terreno ci sarà l’atteso incontro con Sophie Chipon, docente alla Sorbona e Vice Presidente della Associazione Escursionisti e prima promotrice marcia acquatica intervistata dal vice presidente del CNA Ambrogio Gagliolo che ha coordinato la manifestazione con l’aiuto del presidente Bencivenga, dei soci e del socio Paolo Montanucci che ha curato in particolare l’accoglienza nel Circolo Nautico  

Domenica 15 maggio, alle ore 6.00, ci sarà una nuova discesa in acqua, alle ore 9,30 una seduta mindfulness e alle ore 12.00 ci svolgerà il saluto agli ospiti alla presenza autorità civili e militari; nella sede del CNA.

L’organizzazione ringrazia l’albergo Galleano e l’azienda Cascina Praiè per la collaborazione e l’aiuto dato al progetto.

(In foto il compianto Pierangelo Morelli con l’amico e attuale presidente del CNA Giovanni Bancivenga e il consigliere delegato allo Sport Ilario Simonetta, in una delle sue ultime apparizioni pubbliche al Salone Nautico di Genova)