IL CIRCOLO SCHERMA SAVONA CONFERMA LA SERIE A

0
302

Venerdì 25 marzo a Piacenza ore 10:10: il presidente Roberto Faldini che accompagna la squadra di fioretto, si alza in piedi e scruta la pedana 3 piazzata di fronte. Qui Andrea Baldi affronta Federico Naldi di Montebelluna, ma è in grande vantaggio 44-28. L’avversario parte all’attacco, ma il nostro Andrea, capitano della squadra, piazza l’arresto decisivo che fa vincere la squadra, lanciando un urlo liberatorio. E così per il quarto anno consecutivo il Circolo Scherma Savona conferma la sua permanenza in serie A2 conquistando un eccellente 6 posto su un lotto di 16 squadre partecipanti. A Piacenza il Circolo si è presentato con il quartetto composto da Andrea Baldi capitano, Luca Maretti, Stefano Satta e Marco Canepa, ben sapendo che la serie A sarebbe stata molto difficile da conservare. Invece il nostro quartetto è andato oltre ogni più rosea aspettativa, andando addirittura a lottare nei playoff per la conquista della A1. Il primo incontro, come anticipato all’inizio, quello decisivo per la permanenza in serie A, vedeva i nostri portacolori affrontare Montebelluna numero 4 del tabellone su 16 squadre; i nostri dando dimostrazione di grande determinazione e attaccamento ai colori sociali conquistavano la vittoria e l’accesso ai playoff col punteggio di 45 a 28. A questo punto l’obiettivo della permanenza era stato raggiunto e il Circolo poteva addirittura provare il passaggio in A1 nell’incontro con Navacchio. Qui purtroppo però la strada era veramente in salita e i nostri si dovevano arrendere e ” accontentare ” di combattere per il posizionamento tra il 5 e l’8 posto. E qui i nostri ragazzi facevano un ulteriore capolavoro andando a sconfiggere Lucca per 45 a 40 in un assalto dai contenuti tecnici veramente di alto livello. Successivamente nell’assalto per il 5 e 6 posto cedevano il passo al blasonato Club Scherma Roma. Così commenta un raggiante Roberto Faldini Presidente del sodalizio savonese e presente vicino ai suoi a Piacenza – un risultato di grande prestigio non solo per il nostro circolo schermistico ma per tutta la città di Savona. Restare in serie A ha un significato veramente di grande spessore tecnico per il nostro movimento cittadino ed è per questo che ringrazio prima di tutto i nostri splendidi ragazzi e a seguire il nostro staff tecnico che ha saputo forgiare con sapienza i nostri atleti ed infine tutti i dirigenti che hanno consentito il raggiungimento di questo storico traguardo.    Ora il Circolo che si sta prodigando nel diffondere la scherma in tutta la provincia di Savona con l’apertura di diverse sedi in diverse località, lo potrà continuare a fare con una forza attrattiva ancora più forte, grazie alla permanenza nel gotha della scherma nazionale.