Addio Giampiero Galeazzi, Gran Maestro

Ciao Maestro, perché questo è il titolo che merita Giampiero Galeazzi, pietra miliare del giornalismo sportivo che ci ha lasciato questa mattina a 75 anni. Chi è cresciuto quando la RAI era veramente una splendida televisione pubblica non può ricordare le sue appassionate telecronache che rimarranno sempre nella nostra memoria. E se i fratelli Abbagnale, grandi campioni di canottaggio oggi vengono ancora ricordati è  per quelle splendide cronache di Giampiero che forse arrivava ancora più stanco di loro al traguardo. Grande passione quella del canottaggio per lui che era stato campione italiano nel Singolo. Ma Giampiero era anche un grande appassionato di tennis e sua fu la telecronaca dal Foro Italico a Roma nel 1976 che consacrò Adriano Panatta. E poi il Giampiero showman quando fu a fianco di Mara Venier in due edizioni di Domenica In……e qui veniva fuori il personaggio pieno di vita ed allegria. Per tutti noi che oggi lo salutiamo come un parente era Bisteccone per la sua passione nel divorare, anche durante lunghe telecronache, panini con la cotoletta o la porchetta. Giampiero, ironia del destino, ci lascia nel giorno in cui il calcio italiano gioca una sfida decisiva per le qualificazioni mondiali, con la Nazionale che all’Olimpico ospita la Svizzera. Quante partite commentate da Giampiero e poi quella mitica intervista a Diego Maradona dopo lo scudetto del Napoli. Ecco, nella nostra visione di ritrovarci insieme, oggi ti pensiamo vicino a Diego a seguire la partita. E magari anche a tanti amici e parenti che ci hanno lasciato e che adesso, in qualche parte del cielo, ti aspettano per un autografo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: