Definire Gianluigi Donnarumma povero è come dare del povero a topo Gigio.

0
100

Povero davvero il nostro Donnarumma che con i suoi 12 milioni e mezzo , che con i bonus diventerebbero anche 14/15 milioni , a stagione, spero riesca ad avere i soldi per comprarsi il formaggio. Il contratto stipulato con il Paris Saint Germain parla di un in quinquennale, per cui facendo due conti ,il ” Gigio” ,incasserebbe all’ incirca sessanta mila milioni, ma ci rendiamo conto di quanti soldi essi siano? Non si possono trovare parole per esprimere il disappunto e la rabbia sportiva nel sentire tali cose, su come un ragazzo ,pur bravo che sia, possa guadagnare delle cifre cosi stratosferiche. Tutto questo non solo è un assurdità ,ma va ad offendere lo sport dilettantistico che, soprattutto in un momento come questo della pandemia, fa fatica ad rimanere a galla, visto le numerosi spese che si vede affrontare con poche entrate. E’ evidente che il Paris Saint Germain abbia fatto a Donnarumma tale contratto, perché convinto e speranzoso che il portiere resti quello che si è dimostrato fino ad oggi, facendo cosi vincere molto in campo europeo, incassando ben più dalle pubblicità e dai diritti televisivi. Tutto ciò non toglie che la cifra in questione sia e rimanga esagerata , dove anche il grande calcio cerca di risparmiare e stringere i rubinetti. Altroché amore per il Milan e la tifoseria rossonera, i soldi fanno dimenticare tutto e tutti in un battibaleno.!