Il Governo dice si al pubblico per Euro2020

La riunione del  Consiglio dei Ministri per ammettere il pubblico alle  partite che l’Italia ospiterà nel prossimo campionato europeo e’ terminata poco fa e da quando si apprende non e’ stata priva di tensione. Oggi scadeva il termine, per i Paesi che ospiteranno la rassegna continentale dal 10 giugno al 10 luglio, per comunicare all’Uefa se esisteva la possibilità di aprire parzialmente gli stadi per le 52 partite che saranno ospitate da diverse Nazioni. In caso di risposta negativa le gare sarebbero state dirottate nei Paesi che da tempo come l’Inghilterra hanno dato da tempo il loro assenso. Oggi il Governo italiano ha detto si, ma come detto non sono mancati momenti di frizione con il Ministro della Salute Roberto Speranza orientato per un secco no insieme ad alcuni componenti del Cts. Ma alla fine, seppur con una mediazione, e’ passata la linea aperturista, almeno parzialmente perché non potranno accedere allo Stadio Olimpico più di 10 mila persone. L ‘ala rigorista ha strappato invece la possibilità di emanare un dpcm che vieti a bar e ristoranti di rimanere aperti  durante le partite oltre che un coprifuoco ad hoc dalle 23 alle 5 per evitare festeggiamenti.  La partita inaugurale degli Europei sarà proprio Italia-Turchia il 10 giugno all ‘Olimpico

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: