Un punto guadagnato e non due persi

0
128
Questa in sintesi l’analisi del match terminato con il risultato di 2 a 2 tra i liguri ed i piemontesi. Due diverse scuole calcistiche di alto livello per la categoria. Due squadre finaliste dei play off della scorsa stagione.

Dico questo considerato l’andamento della gara che ha visto i Tarabotto Boys giocare oltre un’ora in inferiorità numerica causa Donaggio  (segnalato in gran forma) espulso a metà primo tempo per fallo di reazione. La nota lieta è rappresentata dall’esordio in gol del neo acquisto Merkaj. Quella negativa l’incapacità di mettere la museruola al bomber ospite Musso (giocatore di un altro pianeta) autore di una doppietta e vera spina nel fianco per i vadesi. Fortunatamente una punizione dai trenta metri, da posizione centrale, è stata magistralmente sfruttata da Dodaro, il quale ha pennellato una splendida traiettoria di sinistro infilando il pallone  nel sette : un missile imparabile per il portiere Piras. Molta la tensione in campo con diversi falli al limite, in una partita divenuta troppo presto estremamente nervosa. Gli uomini di Cottafava reduci da due convincenti vittorie contro Lavagnese (3-0) e Vogherese (0-2), non sono così riusciti a sfruttare al meglio quello che era probabilmente il primo momento decisivo della loro stagione. Solo dando continuità con una serie di risultati pieni, potrebbero infatti trovare il definitivo cambio di passo per raggiungere le primissime posizioni della classifica. Un obiettivo che il Vado, ha dato l’impressione di poter conseguire. Sabato si riparte da Borgosesia, una realtà sempre propizia a Capra e compagni.