Pallanuoto: alle Universiadi l’Italia, con 4 savonesi, batte l’Ungheria (13-11) e vince l’ oro

0
168

La Nazionale Italiana Universitaria, con quattro atleti savonesi, ha battuto nettamente l’Ungheria per 13 a 11 nella Finale delle Universiadi che si sono concluse a Chengdu in Cina. Gli azzurri terminano così imbattuti il torneo con otto successi in altrettanti incontri. Una vittoria che bissa l’oro conquistato a Napoli nel 2019 con in panchina l’allenatore Alberto Angelini. Grande orgoglio, quindi, in casa Rari per i quattro atleti savonesi vincitori della medaglia d’oro Nicolò Da Rold,
Eduardo Campopiano, Mario Guidi e Federico Panerai. Afferma il Direttore Tecnico savonese, Alberto Angelini; “Esprimo le più sentite congratulazioni ai nostri ragazzi per il prestigioso risultato
ottenuto a nome mio ma soprattutto di tutta la Rari. Una grande soddisfazione per tutti noi vedere ben quattro nostri atleti sul gradino più alto del podio. Complimenti per la vittoria ovviamente a tutta la squadra e al tecnico Bettini”.

Questo il tabellino della finale:

UNGHERIA – ITALIA        11 – 13
Parziali:  (3 – 6)  (2 – 5)  (1 – 2)  (5 – 0)

Ungheria: Mizsei, Kevi 2, Szeghalmi 3 (1 su rigore), Baksa 3, Bobis,
Agh, Dala, Aranyi, Nyiri 1, Ekler 2 (1 su rigore), Sugar, Batizi, Danka.
Allenatore:  Horvath.

Italia: Da Rold, Del Basso 1, Vitale 1, F. Faraglia 1, Panerai 1,
Occhione, Guerrato 2, Lanfranco 2, Campopiano 1, Guidi 2, P. Faraglia,
Podgornik 2, De Michelis.
Allenatore:  Bettini.

Arbitri: Peila (Usa) e Achladiotis (Gre).

Superiorità numeriche:
Ungheria 7/12 + 4 rigori (2 falliti)
Italia 6/10.

Note:
Usciti per limite di falli: Dala (U), Guerrato (I), Guidi (I) e
Podgornik (I).

De Michelis (I) para un rigore a Ekler a 7’15 del primo tempo.
Baksa (U) fallisce un rigore (fuori) nel secondo tempo.