Diana, la mascotte che porta bene alla squadra femminile dei Pirates Savona, ottave agli italiani di Grosseto

0
761

Grande impresa per la squadra femminile dei Pirates Savona impegnate a Grosseto alle fasi fasi finali del campionato italiano di flag football femminile. Le ragazze del presidente Michele Giacchello , pur con un -roster ridotto al minimo, sono riuscite ad entrare nella poule scudetto delle prime otto in Italia, cedendo le armi solo a squadre più attrezzate e con roster più numerose rispetto alle savonesi. Della spedizione di Grosseto  hanno fatto parte, Alice Menaballi, Susie Bandelli, Carola Bianchelli, Federica Bruno, Francesca Giuso Delalba, Mathilda Monni, Selina Pasquero e Cinzia Vignolo. Afferma Alice Menaballi, capitano e veterana del team biancoblù: “Siamo arrivate alle finali  da outsiders. Nessuna squadra, nemmeno noi, si aspettava arrivassimo nella top 8. L’anno scorso abbiamo partecipato così per divertirci senza allenatori e siamo arrivate undicesime e già ci sembrava un successo, mentre quest’anno grazie alla collaborazione coi Bulldogs, squadra maschile di flag, avevamo due allenatori ma soprattutto una squadra navigata con cui misurarci ogni allenamento, rispetto a loro eravamo sempre un passetto indietro ma da orgogliose non volevamo essere da meno e abbiamo premuto sull’acceleratore.  Già dai bowl di regular season abbiamo avuto delle soddisfazioni posizionandoci prime del girone con Asti e Torino fino alla sorpresa inaspettata di arrivare ottave a Grosseto e rimanere nel gruppo delle “grandi”. Continua la Menaballi: “Per problemi familiari una di noi non è potuta venire all’ultimo quindi già partivamo in 7 consapevoli che l’ultimo giorno un’altra avrebbe dovuto andare via. Infine proprio l’ultimo giorno si è ammalata Carola Bianchelli, che fa parte della Nazionale, e quindi abbiamo concluso in 5, il numero minimo per giocare, ma nessuna si è abbattuta anzi abbiamo dato tutto e combattuto fino alla fine. Sono fiera delle mie ragazze guerriere che non mollano mai, fiera di sentirci unite con gli stessi ideali, affrontiamo ogni sfida con grinta e senza presunzione”. A Grosseto a seguire l’incontro a bordo campo, l’ex giocatore di football americano, Simone Buetto, marito della Menaballi, insieme alla figlia Diana, vera mascotte delle piratesse savonesi. Nella foto Diana Buetto, 3 anni a luglio, in braccio a mamma Alice e alle giocatrici, le “zie” della piccola mascotte savonese.