Gli allievi del Master UEFA Pro a lezione da Paulo Sousa: due giorni di stage alla Salernitana

0
236

Da quando a metà febbraio è arrivato sulla panchina granata ha totalizzato 21 punti in 16 giornate, contribuendo in maniera sostanziale alla salvezza della Salernitana: Paulo Sousa è tra gli allenatori del nostro massimo campionato che in questa stagione ha maggiormente impressionato in senso positivo. Per vedere dal vivo le sue metodologie di lavoro e per potersi confrontare direttamente con lui e con il suo staff, gli allievi del Master UEFA Pro sono stati ospiti per due giorni della Salernitana. Martedì 30 e mercoledì 31 maggio, infatti, i corsisti – accompagnati dal direttore della Scuola Allenatori, Renzo Ulivieri, dal segretario del Settore Tecnico, Paolo Piani, e dai docenti Matteo Cioffi e Antonio Gagliardi – hanno potuto visionare le sedute di allenamento del club granata e poi seguire delle lezioni a cura dello stesso Sousa e del suo staff. Il corso UEFA Pro. Il cosiddetto ‘Master’ è il livello formativo più alto riconosciuto a livello europeo per un allenatore e la sua conseguente qualifica – in caso di esito positivo degli esami finali – consente di poter guidare qualsiasi squadra, comprese quelle partecipanti ai massimi campionati.Quello alla Salernitana rappresenta per i corsisti del Master il quarto stage di questa stagione, dopo quelli già effettuati all’Olympique Marsiglia, al Monza e al Bologna. Il programma didattico del corso UEFA Pro – che dura una stagione – prevede infatti alcune esperienze formative presso club italiani e stranieri. Paulo Manuel Carvalho de Sousa (Viseu, 30 agosto 1970) è un allenatore di calcio ed ex calciatore portoghese, di ruolo centrocampista.In panchina si dimostra molto preparato tatticamente e per questo nient’affatto restìo a sperimentare in tal senso,schierando le sue squadre con differenti moduli a seconda dell’avversario ma sempre con una filosofia di gioco ben riconoscibile.[ Nonostante agli esordi si fosse guadagnato la fama di difensivista, le sue formazioni mostrano in realtà un approccio abbastanza offensivo nonché improntato al bel gioco.Il 15 febbraio 2023 ha fatto ritorno in Serie A, subentrando all’esonerato Davide Nicola alla guida della Salernitana. Debutta sulla panchina granata quattro giorni dopo, nella sconfitta interna per 0-2 contro la Lazio.